Quanto costa ristrutturare una casa?

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Al fine di evitare sorprese è sempre meglio avere una panoramica delle spese da effettuare

Prima di iniziare concretamente a cercare una ditta di ristrutturazioni è fondamentale avere un’idea di quanti soldi servono per un investimento di questo tipo. I costi per una ristrutturazione edilizia devono essere divisi in 3 macro categorie: i costi dei materiali e delle forniture, i costi dell’impresa e infine il costo per la manodopera del professionista. Se vogliamo parlare di numeri il costo dei materiali e di circa il 50%, il costo dell’impresa si aggira attorno al 40% ed infine il costo del professionista si attesta intorno al 10% del totale.

Il costo dei materiali e delle forniture in dettaglio

Quando si effettua un preventivo, l’impresa edile non include nel prezzo il costo dei materiali (pavimenti, rivestimenti, sanitari), ma si limita ad installarli. Ovviamente i materiali hanno un costo variabile a seconda della qualità e soprattutto a seconda delle opere edili. Partendo dal pavimento andiamo dai 7 €/mq ma anche 120 €/mq, mentre la posa realizzata dall’impresa ha un’oscillazione molto minore, di solito tra 30 e 40 €/mq. E’ di primaria importanza quindi, quando si ha davanti un preventivo, di considerare anche le spese per le forniture, in quanto hanno un costo variabile e, nella maggior parte dei casi, sono escluse dal preventivo.

Il costo per l’impresa

I lavori di ristrutturazione hanno un costo variabile, di solito per opere edili ed impiantistiche, si attesta tra i 250 €/mq ed i 500 €/mq. La variabilità di questi costi dipende soprattutto dalla località, dagli interventi da effettuale, dalla difficoltà di accesso al sito ed infine dalle scelte tecniche e qualitative. Quindi l’impresa, nella redazione di un preventivo, si basa su un progetto ed un computo metrico che viene redatto da un professionista del settore in base alle esigenze del committente dei lavori.

Il costo per la manodopera del professionista

Il geometra, il tecnico o l’ingegnere che dirige i lavori, non ha solo il compito di redigere perizie e firmare fogli. Queste figure hanno una fondamentale importanza. Tra le loro mansioni è importante ricordare lo studio preliminare, effettuato per valutare la fattibilità tecnica ed i costi generali dell’intervento, l’assistenza nella scelta dei materiali adeguati e soprattutto la presentazione in comune o in catasto delle varie pratiche amministrative. Infine la direzione dei lavori.

HouseBuilding, divisione del Gruppo House Natural, nasce come impresa edile specializzata in costruzioni e ristrutturazioni di alto livello qualitativo, per assicurare al cliente un prodotto ed un servizio a regola d’arte.  I nostri servizi si rivolgono sia a privati cittadini che ad aziende: eseguiamo lavori di recupero architettonico, restauro di edifici d’epoca e riqualificazioni di locali da adibire ad attività commerciali, il tutto nel massimo rispetto dei più alti standard di qualità e sicurezza. Offriamo un servizio personalizzato, che ci consente di seguire il cliente in ogni fase della realizzazione, dal progetto iniziale all’assistenza post vendita, adottando spesso i principi della bioedilizia per la tutela del patrimonio ambientale.

Devi realizzare un progetto? Richiedi subito un preventivo o vieni a visionare i nostri progetti direttamente dal costruttore, ottenendo dei vantaggi economici molto importanti!

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

I costi medi per la costruzione di una villa

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Una villetta monofamiliare è sinonimo di libertà costruttiva.

Il modo migliore sarebbe partire da zero e costruire la propria casa partendo dal luogo, passando per il materiale, lo stile ed infine la tecnologia. Vi sono varie spese da affrontare, questo è indubbio, ed è ovviamente molto più impegnativo e complicato rispetto ad una casa già costruita, in cui occorre solo ristrutturare secondo i propri gusti. In questo articolo affronteremo insieme i costi relativi alla costruzione di una villetta monofamiliare.

Partiamo da uno standard di 100 m2

In ordine, i costi primari che una famiglia deve affrontare sono:

Il costo di acquisto del terreno

Innanzitutto, se non si dispone già di un terreno idoneo alla costruzione, acquistare un terreno di natura edificabile delle dimensioni giuste per contenere il volume necessario alla costruzione dell’immobile. Ovviamente il costo del terreno al m 2 varia a seconda del comune, della lontananza dal centro città, e dalla panoramicità del sito.  Di solito il costo del terreno incide, sul valore complessivo, nella misura del 25%. A seconda della localizzazione geografica, abbiamo una differenza netta di prezzi medi:

  • Nord – 600 €/m²
  • Centro – 650 €/m²
  • Sud – 480 €/m²

Costi relativi alla costruzione

I costi della costruzione di una villetta, sono correlati alle tecnologie scelte, alla qualità delle rifiniture, al tipo di impianti da installare e, infine, dalla quantità di ricavo che il costruttore vuole ricavare. Se consideriamo una qualità media, abbiamo i seguenti valori:

  • Nord – 1.200 €/m²
  • Centro – 1.300 €/m²
  • Sud – 950 €/m²

Costi burocratici da versare al comune

Prima di tutto è necessario che il comune rilasci il permesso di costruire, dietro il pagamento di una tassa comunale, relativa ad oneri di urbanizzazione. Ovviamente l’importo varia da comune a comune ma secondo una stima il valore medio, è di circa 140€m²

Gli oneri per professionisti tecnici

Una volta acquistato il terreno bisogna che un tecnico abilitato rediga un progetto da presentare al comune ed al Genio Civile, utile all’ottenimento del permesso di costruzione. Mediamente il costo di un progetto va dall’ 8 al 12% del costo dei lavori. In media

  • Nord – 120 €/m²
  • Centro – 130 €/m²
  • Sud – 95 €/m²

Gli interessi sul mutuo

Partendo da una base decennale di rifinanziamento di un mutuo, gli interessi passivi gravano sul costo finale in una percentuale che varia dal 2 al 4%.

Consideriamo quindi i seguenti valori:

  • Nord – 60 €/m²
  • Centro – 70 €/m²
  • Sud – 50 €/m²

Sintetizzando:

  • Nord – 2.100 €/m²
  • Centro – 2.300 €/m²
  • Sud – 1.700 €/m²

Il gruppo House Natural si compone di 4 differenti divisioni, un gruppo di aziende che, operando ognuna nel proprio specifico settore, riescono ad integrarsi efficacemente per fornire al cliente un servizio completo, permettendogli di interfacciarsi con un unico interlocutore. House Natural è l’impresa edile specializzata in lavori di bioedilizia, l’azienda può dare un supporto completo a chiunque decida di realizzare o ristrutturare un’abitazione secondo criteri ecologici. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Una casa ecologica che salvaguarda l’ambiente

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La conoscenza della costruzione ecologica dovrebbe essere riconosciuta da tutti come un aspetto essenziale della conoscenza da costruire.

La qualità ecologica di un prodotto è definita sulla base della riduzione dell’impatto ambientale associato a tutte le fasi del suo ciclo di vita, in termini di consumo di energia e risorse naturali e in termini di sostanze rilasciate nell’ambiente.

Una casa può essere considerata ecologica se:

– è composta da materie prime naturali da fonti rinnovabili;

– ha un impatto ambientale limitato durante tutto il suo ciclo di vita;

– è funzionalmente adatto per il suo utilizzo;

non è nocivo o inquinante durante la costruzione, l’uso e lo smaltimento.

La sostenibilità di una casa, che si tratti di un materiale o di un edificio, può essere valutata attraverso un’attenta analisi della sua “biografia“, esaminando tutte le fasi del suo ciclo di vita o l’equilibrio ambientale. Gli effetti ambientali delle varie fasi del ciclo di vita di un prodotto vengono “misurati” per rendere immediatamente comprensibile il loro “potenziale” di contributo a una o più forme di impatto sull’ambiente

Bio-costruzione e la casa bio-ecologica

Negli ultimi anni l’interesse verso l’ecologia e verso tutte le attività ad esso connesse è aumentato molto, coinvolgendo sempre più persone, e anche riguardo all’aspetto della vita. La costruzione fondamentalmente naturale ha fatto fare un salto indietro nel tempo, riabilitando tutti i materiali da costruzione più tradizionali e naturali. Pianificare in modo ecologico significa avere l’idea generale del progetto che sta per essere costruito, partendo da una conoscenza reale delle caratteristiche di ciascun materiale. Un aspetto che significa assicurare che ogni costruzione sia il risultato organico e intelligente della trasformazione della natura in un prodotto artigianale: artificiale, ovviamente, ma adattata ai nostri bisogni naturali di salute e benessere. Pianificazione e progettazione corrette, attenzione al sistema costruttivo e qualità dei materiali da costruzione: questa è la base obbligatoria per il risparmio energetico ed è il rispetto.

Bassa dispersione termica

La progettazione strutturale e tecnologicamente sostenuta, il sistema costruttivo avanzato ed estremamente flessibile, la continua ricerca e l’uso di materiali di alta qualità per costruire case bio-ecologiche a bassissima dispersione termica. Ciò significa essere in grado di garantire un consumo energetico equilibrato e sostenibile, supportato da sistemi per la produzione di energia e il risparmio energetico. Ecologia significa “rispetto per la natura“, con la consapevolezza che tutti dovrebbero avere: che è parte integrante e attiva dell’ambiente. Questa stessa consapevolezza è la base dell’elevato standard di vita e un aspetto fondamentale del nostro benessere. Per questo motivo i fondamenti dell’architettura bioclimatica sull’analisi del luogo, dello spazio e delle forme. Un edificio che corrisponde ai desideri e ai bisogni reali dei clienti, e che nello stesso tempo guarda nel futuro, anticipando l’evoluzione della famiglia e i vari usi della casa nelle diverse fasi della vita.

House Natural è l’impresa edile specializzata in lavori di bioedilizia, l’azienda può dare un supporto completo a chiunque decida di realizzare o ristrutturare un’abitazione secondo criteri ecologici. Il gruppo House Natural si compone di 4 differenti divisioni, un gruppo di aziende che, operando ognuna nel proprio specifico settore, riescono ad integrarsi efficacemente per fornire al cliente un servizio completo, permettendogli di interfacciarsi con un unico interlocutore. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural.it/contatti/

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La casa del futuro è ecologica

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Una casa ecologica che dura all’infinito, una casa flessibile abitata da inquilini con una nuova mentalità ed in grado di produrre al suo interno cibo. In Italia, Olanda e Germania il domani è già arrivato

Una casa ecologica è un’abitazione che non muore mai, una casa circolare che incarna una nuova concezione (almeno per il mercato italiano) di ideare un fabbricato, pensandolo fin dall’inizio come elemento destinato a durare all’infinito, pur in nuove forme e destinazioni. Concepita per non consumare, riciclare le risorse e risparmiare energia.

Le caratteristiche

Progettata con strutture prefabbricate, che possono essere smontate e rimontate nel tempo, in tutto o in parte e anche in luoghi differenti. Assemblata a strati, dove tutto è intercambiabile, dall’impiantistica agli arredi. Flessibile nel taglio degli spazi, con la mente già rivolta alle future esigenze di utilizzo o riutilizzo. Domotica, intelligente, capace di dialogare con gli elettrodomestici. Abitata da inquilini che la occupano con una mentalità nuova, condividendo una parte degli spazi, in modo innovativo. Realizzata con un sistema costruttivo che ne permette lo smantellamento e il riciclaggio completo. In grado di produrre al suo interno il cibo, come una vertical farm.

 

REbuild: il pioniere dell’edilizia circolare

Ad aprire la riflessione sul tema, in Italia, è stata la recente edizione di REbuild, evento che si occupa di innovazione per la riqualificazione e gestione immobiliare.

Un tema nodale, quello dell’applicazione dell’economia circolare al campo dell’edilizia, che pesa molto, anche a livello economico: i potenziali ricavi, infatti, si aggirano intorno ai 1.010 miliardi entro il 2030, secondo le stime di una ricerca sviluppata quest’anno da McKinsey, Ellen McArthur Foundation e Sun.

Di questo valore, circa 90 miliardi potrebbero interessare il comparto immobiliare italiano: spalmato negli anni, significa circa 6 miliardi l’anno di risparmi traducibili in potenziali investimenti.

«La fase espansiva delle città e dei contesti abitati – spiega Thomas Miorin, fondatore di REbuild – è un retaggio del passato. Oggi occorre concentrarsi sul patrimonio esistente, focalizzando bene che questo rappresenta un valore non solo economico, ma anche ambientale, per via delle risorse prime e delle energie che contiene, e sociale, in termini di comunità. Le parole chiave per agire in modo sostenibile sono ridurre, riusare e riciclare. Sia il recupero che la nuova costruzione devono essere pensati secondo questi nuovi concetti di base».

In Europa il domani è già arrivato

Gli esempi di casa ecologica del domani sono già una realtà concreta. In Europa e anche in Italia. In Olanda, la nuova sede uffici della Bosch Siemens Hausgeräte (B/S/H/) a Hoofddorp è stata progettata da William McDonough + Partners con un approccio improntato alla flessibilità e al reimpiego delle componenti. La F87 (Efficiency House Plus with Electromobility) è una casa ecologica, inaugurata un anno fa nel cuore di Berlino, al n. 87 della Fasanenstraße, ed è il frutto di anni di ricerca di un team interdisciplinare di architetti, ingegneri e universitari, capeggiato dal professor Werner Sobek, direttore dell’Ilek (Institut für Leichtbau Entwerfen und Konstruieren).

«La vera sfida – conclude Miorin – dipenderà comunque sempre meno dalla materia impiegata e sempre di più dalla capacità di innovare i processi, per trasformare un settore tradizionalmente poco incline a far propria la scommessa dell’efficienza».

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
casa ecologica costo

Tutti vogliono una casa ecologica: ma quanto costa?

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Dal progetto alla realizzazione, fino al portafoglio, tutte le accortezze che dobbiamo avere nella realizzazione di una costruzione bio

Il concetto di sostenibilità applicato al mondo delle costruzioni è un tema sempre più caldo negli ultimi anni, anche in Italia. La diffidenza iniziale che aveva accompagnato questo settore, che si è diffuso in Nord Europa, ha lasciato spazio ad una vera e propria esplosione di soluzioni green anche nel nostro Paese. I vantaggi di costruire o ristrutturare un edificio secondo i principi della bioedilizia sono ormai noti e ne abbiamo parlato abbondantemente nel nostro blog.

Oggi vogliamo proporvi invece una guida rapida e semplice che tocca gli aspetti più importanti della realizzazione di una casa ecologica: dalle buone norme per redigere un progetto, fino ai costi finali di realizzazione.

Poniamoci subito qualche domanda e proviamo a rispondere: come deve essere una casa ecosostenibile? Quali le sue caratteristiche?

Tutto parte dal modo in cui si decide di agire: comprare una casa oppure costruirla dalle fondamenta, le prerogative sono diverse: se nel primo caso occorre valutare attentamente il mercato, nel secondo, una volta decise le regole e i costi, occorre adoperarsi per avere una spesa adeguata e una resa massima, in base alle proprie esigenze.

 

GLI IMPIANTI CHE FANNO RISPARMIARE – Nel caso di un’abitazione ecologica, una delle prime considerazioni da fare, riguarda le fonti energetiche; infatti gli inquilini dovranno puntare a dipendere il meno possibile dalle fonti energetiche tradizionali. Questo farà sì che i risparmi sulle bollette saranno sempre maggiori nel corso del tempo.

Le soluzioni dovranno ovviamente ricadere su impianti che ricavano energia da fonti pulite, rinnovabili (sole, terra, acqua, vento, ecc.).

 

OCCHIO AGLI ELETTRODOMESTICI

Altro punto su cui ragionare attentamente riguarda la scelta degli elettrodomestici da acquistare: mai scendere sotto la classe A per un qualsiasi prodotto da utilizzare per le necessità di tutti i giorni. La lettera A indica che i consumi per l’utilizzo, saranno inferiori ai 300 kWh rispetto ai più di 781 kWh della classe G, quella che consuma di più. I consumi elevati fanno lievitare i costi e inquinano l’ambiente. Inoltre, a scanso di equivoci, esistono molti incentivi per l’acquisto di elettrodomestici (ad esempio il Bonus Mobili, di cui parliamo più approfonditamente in altri articoli del nostro blog).

 

ISOLAMENTO E ORIENTAMENTO

Le pareti di una casa ecosostenibile devono assicurare un perfetto isolamento termico sia dinverno che destate. Evitare la dispersione di calore o di fresco aiuta ad abbattere i costi di consumo. Per questo noi di House Biomaterial abbiamo studiato prodotti perfettamente isolanti, composti di materiali riciclabili al 100%. Scoprili cliccando qui.

Da non sottovalutare mai nemmeno l’orientamento della nostra nuova casa. Per realizzare un edificio che rispetti l’ambiente e riduca le spese di mantenimento è necessario scegliere adeguatamente la sua posizione in modo che gli ambienti più utilizzati siano orientati in modo da accogliere la maggiore luce naturale riducendo al minimo l’utilizzo delle luci per l’illuminazione.

Le camere da letto, invece, vanno organizzate e disposte nella zona meno rumorosa e più tranquilla; diventa quindi fondamentale scegliere il poso migliore dove costruire una casa ecosostenibile.

MOBILI GREEN

L’arredamento è un altro tassello poco considerato ma invece davvero importante. Il materiale migliore per i mobili rimane senza dubbio il legno, che permette ambienti salubri e zero emissioni tossiche. Come si sa, l’inquinamento degli ambienti è una delle prime cause di una pessima qualità della vita dentro una casa o un luogo di lavoro.

 

UN RISPARMIO SENZA PRECEDENTI

Dopo aver passato in rassegna le principali caratteristiche di una casa ecologica, passiamo ai costi. Ovviamente non si può essere precisi al centesimo in questi calcoli, possiamo solamente dare un’idea generale dei costi di realizzazione. Infatti il prezzo finale dipende dalle innumerevoli esigenze che può avere ogni persona, dalla posizione dell’edificio, dalle varie scelte che si fanno. Possiamo dire che in media il costo di una casa in bioedilizia è più alto del 10% rispetto a quello di una casa tradizionale; ma attenzione, una casa di questo genere può contare non solo sui molti incentivi presenti nel nostro Paese per investimenti di questo tipo, ma anche sul risparmio a lungo termine. Infatti l’acquisto di una casa sostenibile garantisce l’abbattimento dei consumi energetici, minori costi di manutenzione, minore inquinamento e impatto ambientale. Insomma il portafogli può tirare un sospiro di sollievo, e anche i futuri inquilini.

 

House Natural è l’impresa edile specializzata in lavori di bioedilizia, l’azienda può dare un supporto completo a chiunque decida di realizzare o ristrutturare un’abitazione secondo criteri ecologici. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural.it/contatti/

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Impianti a pavimento: il calore che conviene

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Tutti i vantaggi di un sistema che consente di scaldare in maniera uniforme e senza sprechi i vostri ambienti

Non è certo una novità, ma oggi grazie alle tecnologie sempre più avanzate, l’impianto di riscaldamento a pavimento è una delle soluzioni migliori per un’abitazione. L’efficienza energetica è uno dei punti forti di questo tipo di impianto, che si è ormai lasciato alle spalle gli sprechi degli anni in cui è nato.

Solitamente l’acqua che attraversa l’impianto viene scaldata da una caldaia (alimentata anche a pellet), un pannello fotovoltaico, solare termico o una pompa di calore. Che si tratti di riscaldamento a pavimento, ad acqua o elettrico, la caratteristica distintiva è principalmente una: assicurare una distribuzione ottimale del calore nelle stanze. Capiamo insieme il perché.

Il segreto sta nell’irraggiamento: i pannelli montati sotto il pavimento riescono a trasmettere il calore in tutto l’ambiente domestico. Così il tepore si può diffondere in maniera omogenea dal suolo al soffitto; qui sta la svolta rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali. Infatti questi ultimi tendono a concentrare il calore solo nella zona adiacente alla fonte di emissione, con uno spreco evidente di energia, dato dal fatto che i tempi per riscaldare l’intera stanza sono molto più lunghi. Nel caso dei riscaldamenti a pavimento, invece, il comfort abitativo ne risentirà in maniera positiva, con un calore uniforme e continuo.

GLI ASPETTI POSITIVI – Un’ulteriore caratteristica che rende ecologico questo impianto di riscaldamento sta nel fatto che può funzionare bene anche se le temperature dell’acqua sono basse, cosa che non succede nel caso dei radiatori. Bastano 30° – 40° per scaldare l’ambiente, circa la metà rispetto agli impianti tradizionali.

Una volta fatto l’impianto, potrete scegliere il tipo di pavimento che preferite; avrete  quindi anche più libertà nel progettare l’arredo degli interni, non avendo pareti dove sono presenti i termosifoni.

E’ possibile stimare che, grazie ad un risparmio energetico quantificabile nellordine del 25% allanno, nell’intero ciclo di vita di un impianto di questo tipo, il risparmio complessivo che l’utente può realizzare – anche al netto di eventuali incentivi di legge – possa arrivare al 35% del totale costi di periodo.

Generalmente un sistema di riscaldamento a pavimento necessita di un numero minore di interventi di manutenzione e riparazioni in confronto ai tradizionali radiatori. Grazie infine alla Legge di Stabilità, gli utenti potranno usufruire degli incentivi fiscali previsti di recente per tutti quegli interventi effettuati sulla propria abitazione e finalizzati alla riqualificazione energetica dell’edificio.

 

LA NOSTRA PROPOSTA – House Natural si occupa di tutte le fasi di realizzazione di un impianto a pavimento; in particolare i nostri sistemi garantiscono degli spessori di posa molto bassi, questa è un’ottima notizia non solo per le nuove costruzioni ma anche per le ristrutturazioni (soprattutto nei centri abitati). Assicuriamo anche una velocità di posa e dei tempi di consegna vantaggiosi; infine mentre un impianto tradizionale impiega qualche giorno per arrivare a temperatura, quello di House Impianti vi garantisce lo stepsso risultato in sole 2 ore.

Vieni a trovarci nella nostra sede di Colle Val d’Elsa, in provincia di Siena; qui trovi la nostra posizione esatta.

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Tutte le caratteristiche di una casa sostenibile, e anche i costi

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Un viaggio all’interno degli aspetti da considerare per avere una casa davvero ecologica ed economica. Ecco i consigli targati House Natural

Una casa ecologica ed ecosostenibile deve essere progettata, costruita ed arredata in maniera tale da prediligere la scelta di materiali naturali, puntare sullefficienza energetica, ridurre i consumi, utilizzare energie rinnovabili e elettrodomestici sempre più intelligenti. Una casa dove comfort abitativo e prestazioni vengono sviluppate di pari passo.

Prima di iniziare, bisogna sottolineare che il progetto per una casa ecologica deve essere seguito da professionisti; ingegneri, architetti e operai del settore che sappiano consigliare, suggerire e gestire le migliori tecniche costruttive, adatte allo scopo di ogni cliente. Che si tratti di costruire una nuova villetta o di riqualificare un appartamento esistente, ecco a voi i punti più importanti da seguire.

House Biomaterial vi guiderà nella scelta di ciò che sta alla base di tutto: i materiali. Una casa costruita in legno, scelta numero uno in fatto di sostenibilità, dovrà utilizzare materia prima certificata Fsc o Pefc, di qualità e prodotta da aziende qualificate. In questo il team di House Wood è garanzia di eccellenza.

Una casa sostenibile per l’ambiente è ben isolata e non presenta dispersioni termiche; infatti la coibentazione consente di ridurre i consumi energetici drasticamente.

In realtà, gran parte dei principi dell’architettura sostenibile vertono sul garantire un buon isolamento per abbassare il fabbisogno energetico dell’intera struttura edilizia. In questo settore sono di fondamentale importanza i materiali di costruzione e la presenza di un involucro edilizio opportunamente progettato.

Per quanto riguarda l’isolamento termo-acustico di una casa ecologica è bene puntare su materiali di origine naturale: lana di roccia, sughero, la lana minerale. A questi si aggiungono prodotti naturali antichi come la canapa, la calce e largilla, dalle elevatissime prestazioni.

Gli esperti di House Impianti poi saranno sempre pronti a fornirvi una consulenza in fatto di soluzioni impiantistiche. Una casa sostenibile utilizza fonti energetiche rinnovabili. Prima tra tutte il sole, il tipo di energia più antica che abbiamo: in una sola ora, la Terra riceve dal Sole una quantità di energia pari al consumo mondiale di un anno. Fotovoltaico e solare termico sono tra le soluzioni più utilizzate nel nostro Paese. L’evoluzione delle tecnologie e gli incentivi statali poi, fanno la differenza.

Nel caso in cui si optasse per impianti di tipo diverso, i nostri esperti propongono soluzioni sempre favorevoli in fatto di risparmio e di emissioni, come la pompa di calore e gli impianti di riscaldamento a pavimenti.

House Buildings è la nostra divisione specializzata nella costruzione vera e propria dell’edificio e esperta nella riqualificazione, su cui è sempre bene puntare, se si vuole essere davvero in linea con l’ambiente.

Infine i costi per la realizzazione di un’abitazione ecologica: questi ultimi dipendono sia dalla qualità dei materiali scelti, sia dal tipo di progetto. Una cosa è certa: una casa sostenibile può sfruttare a proprio vantaggio molti incentivi economici che permettono di ammortizzare i costi di realizzazione. Inoltre i suoi consumi saranno nettamente più bassi rispetto ad una casa tradizionale. Infine il suo valore sarà molto maggiore nel tempo.

Si tratta di un investimento giusto e senza controindicazioni e noi di House Natural possiamo  guidarvi in tutto il percorso di realizzazione della vostra casa sostenibile. Non esitate a contattarci per una prima consulenza senza impegno: 0577905128.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

L’intonaco naturale per la ristrutturazione di edifici ad elevato comfort abitativo

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La nostra linea di prodotti e malte sostenibili per un rivestimento senza paragoni

 Quando parliamo di intonaco, ci riferiamo ad un rivestimento delle murature, che può avere funzione protettiva, decorativa e isolante. In base al suo posizionamento, se all’interno degli edifici o all’esterno, può avere diverse funzioni.

In generale siamo stati abituati, nel corso degli anni passati, ad utilizzare intonaci e malte premiscelate, composte soprattutto da sostane chimiche e dannose soprattutto per l’ambiente, se non anche per la salute degli abitatori di una casa.

Un tempo invece questi prodotti erano realizzati con sostanze del tutto naturali, che possedevano proprietà isolanti, antifungine, antibatteriche e impermeabili per loro stessa natura. Materiali di questo tipo non avevo nulla da invidiare agli intonaci moderni.

LA SCELTA ECOLOGICA DI HOUSENATURAL

È per questo motivo che House Natural ha deciso di produrre intonaci e malte tornando alla tradizione, ma con uno sguardo al futuro, realizzando prodotti di elevata qualità e con alti livelli di sostenibilità ambientale. Il tutto per garantire un comfort abitativo al top. Chi non vorrebbe delle pareti rivestite con prodotti a bassissimo impatto ambientale che siano anche impermeabili, resistenti alle muffe e isolanti contro gli agenti atmosferici?

La filosofia che guida la nostra scelta si basa sulla necessità di utilizzare ciò che la natura ci offre, per evitare sprechi e dare nuova vita alle materie prime. Ecco due dei pilastri alla base della bioedilizia; i nostri prodotti “Housecalc sfruttano le sabbie derivanti dalla riqualificazione di aree fluviali, ad esempio.

La nostra ricerca continua ci ha portato a realizzare prodotti in linea con i dettami dell’architettura bio e che esprimono tutto il loro potenziale quando si tratta di ristrutturazione di edifici storici o sotto la tutela dei beni culturali.

House Natural offre una vasta gamma di intonaci storici, prodotti con materiali a Km 0, perché reperiti nella campagna Toscana, dove nasce e opera la nostra azienda. Le finiture e gli intonaci della nostra linea sono testati per essere compatibili con edifici antichi, grazie alla loro origine, ma anche moderni, per via della loro versatilità. Scoprili tutti, basta cliccare qui.

 

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
bioedilizia

L’edilizia e il suo ruolo chiave per il futuro dell’ambiente

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

House Natural, azienda leader nel settore della bioedilizia in Toscana, punta da sempre su materiali, impianti, tecniche costruttive innovative e sostenibili

Sapevate che i maggiori consumi energetici provengono proprio dagli edifici? Ecco perché la loro inefficienza può costarci davvero cara dal punto di vista dell’inquinamento e del surriscaldamento globale. È vero, negli ultimi anni siamo sempre più attenti alla realizzazione di edifici efficienti e di sistemi che contengono i costi e gli sprechi, con il fotovoltaico in testa. Tuttavia servono sforzi ancora maggiori sia da parte delle imprese edili, sia dal punto di vista dei cittadini e delle aziende che devono imparare a scegliere sempre di più soluzioni eco-sostenibili.

Ne va del futuro dell’ambiente e anche degli accordi di Parigi, firmati con lo scopo di limitare il riscaldamento globale.

Secondo il recente report redatto dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep), con dati confermati dalla Global Alliance for Buildings and Constructions, per raggiungere gli obiettivi climatici che i paesi firmatari si sono posti, l’efficienza energetica degli edifici dovrebbe aumentare del 30% rispetto al 2015 entro il 2030.

COME DEVONO COMPORTARSI LE IMPRESE PER L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO?

Molti sono i fronti su cui bisognerebbe agire per ottenere nuovi livelli di efficientamento energetico: innanzitutto ridurre il quantitativo di energia ed elettricità necessario per far funzionare le strutture, soprattutto ospedali o centri commerciali che operano a ciclo continuo. In più bisogna continuamente migliorare i processi e i materiali che non dovranno più avere emissioni nocive, evitando di contribuire all’inquinamento atmosferico. Infatti un terzo dell’energia che viene prodotta a livello mondiale proviene proprio dagli edifici, e questi ultimi emettono il 20% dei gas serra.

Nel 2015, l’82% dell’energia consumata nel settore delle costruzioni è derivata dai combustibili fossili; così, sebbene si stia investendo in misure di risparmio energetico in edilizia, è necessario accelerare questo processo, soprattutto in vista dell’enorme espansione che interesserà le città di tutto il mondo per accogliere una popolazione in forte crescita.

Gli esperti dicono che nei prossimi 40 anni verranno edificati circa 230 miliardi di metri quadrati; ecco che, con la giusta cultura edile e della sostenibilità, la problematica potrebbe trasformarsi in opportunità. Se verranno costruiti edifici che rispettino gli standard energetici, il futuro sarà un posto migliore in cui abitare.

Questa è da sempre la prerogativa che si pone la nostra azienda: siamo consapevoli che l’edilizia si dovrà porre come principale interprete di un domani più sostenibile e green. Se anche tu credi in questo rinnovamento, chiama i nostri esperti in bioedilizia: 0577 905128.

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
blocchi rettificati in laterizio house natural

I blocchi rettificati in laterizio: climatizzazione naturale

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Tutti i vantaggi di un prodotto che garantisce costruzioni bio ed elevati standard di qualità

Chi non vorrebbe avere una casa in mattoni che possa essere calda d’inverno e fresca d’estate? A chi non interesserebbe avere delle pareti che isolano gli ambienti interni dall’esterno e che contribuiscono in modo notevole alla climatizzazione di casa? Se credete che tutto questo sia impossibile vi sbagliate, un modo c’è e ve lo spiegheremo in questo articolo.

Intanto addentriamoci nella questione della conducibilità dei materiali, importante per capire meglio quali siano le migliori soluzioni da adottare per la nostra abitazione. In maniera molto semplice, la conducibilità termica (espressa con la lettera λ) misura la capacità che un materiale ha di trasmettere calore. Ciò significa che maggiore sarà la conducibilità, e meno il materiale sarà un isolante termico. Per questa ragione è molto importante conoscere la conducibilità di un prodotto quando si costruisce o ristruttura la propria abitazione.

Scegliere materiali isolanti garantisce non soltanto un migliore isolamento rispetto all’esterno e quindi un miglior comfort abitativo, ma va anche a incidere sul risparmio energetico. La “pelle” della nostra abitazione è fondamentale per una temperatura ottimale all’interno dei nostri spazi abitativi.

PERCHÈ SCEGLIERE I BLOCCHI RETTIFICATI? 

Il materiale di cui sono composti questi speciali blocchi, è il laterizio; i vantaggi nell’utilizzo di questo prodotto ecologico e dalle elevate prestazioni abitative sono molti. Innanzitutto la sua scarsa conducibilità ma elevata traspirabilità, che garantisce un perfetto isolamento. Non solo, i blocchi di ultima generazione che utilizziamo noi di House Natural, consentono un incastro perfetto tra di loro; in questo modo si evitano i ponti termici (cioè zone più fredde delle pareti) generati dall’eccessivo utilizzo di malta per unire i mattoni. Ecco il connubio perfetto per il risparmio energetico che tutti vorremmo avere per la nostra casa: l’ambiente ringrazia, e anche il portafoglio.

Alcuni modelli dei nostri blocchi rettificati, inoltre, consentono la possibilità di essere riempiti con materiali dall’ottimo coefficiente termico, un isolamento a prova di caldo e di gelo.

Infine la solidità di questi elementi costruttivi è impagabile: pochi altri materiali possono vantare la stessa tenuta e durabilità nel tempo; non è un caso se gli antichi romani utilizzavano proprio questo materiale per costruire edifici importanti, come i loro acquedotti, rimasti intatti tutt’oggi.

Scegliendo i blocchi rettificati in laterizio che vi proponiamo noi di House Natural, avrete dei muri al top per quanto riguarda l’isolamento, senza bisogno di altri interventi: una climatizzazione naturale.

Per conoscere tutte le specifiche tecniche di questo speciale prodotto, consulta il nostro sito o vai direttamente alla scheda tecnica. House Natural si impegna da sempre a garantire i migliori materiali da costruzione, per coniugare comfort, solidità e sostenibilità. Chiamaci per ulteriori informazioni allo:  0577 905128.

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.