La canapa e i suoi utilizzi: il materiale giusto per l’edilizia del presente e del futuro

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La pianta trova spazio in cosmetica, nel tessile, nellalimentare. E non è tutto perché è un ottimo isolate per la tua casa

La canapa, da sempre oggetto di mille contenziosi, sta vedendo rivalutato il suo posto in “società”; infatti questa pianta è stata riscoperta e le sue qualità sono davvero “stupefacenti”, e non per via del THC cioè il principio attivo che la rende una droga leggera. Negli ultimi tempi infatti, le applicazioni della canapa spaziano in molti settori, dalla medicina al tessile, dallalimentare alledilizia.

In particolar modo, la pianta sta diventando protagonista nella bioeconomia, perché riduce le emissioni dannose per clima e ambiente, sposando in pieno i principi dell’economia circolare. La scienziata Nicoletta Ravasio, spiega ad esempio che «tra le materie prime vegetali rinnovabili disponibili la canapa rientra tra le piante da fibra. Un progetto avviato qualche anno fa prevedeva di reintrodurre la coltivazione della canapa e del lino, non dedicandola solo all’uso tessile, ma anche a produrre olio», particolarmente prezioso per il suo contenuto di omega 3 e omega 6, acidi grassi molto importanti per un’alimentazione salubre, «utilizzando anche gli scarti, in piena logica di economia circolare». Da queste materie vegetali è possibile ricavare biocarburanti, oltre che isolanti e altri materiali edili. Non solo: «dalle proteine ricavate dal residuo della spremitura del seme, opportunamente idrolizzate, si sono ottenuti prodotti sia per la cosmetica che esaltatori di gusto, mentre dai fusti abbiamo messo a punto un processo complesso efficace per ottenere zuccheri (cellulosa) fermentabili da cui ricavare bioplastiche».

 

CARATTERISTICHE ECO-SOSTENIBILI – Per coltivare canapa, inoltre, non servono diserbanti: la sua crescita così fitta annulla la possibilità di crescita di altre piante. Non solo: bonifica il terreno grazie alla sua capacità di catturare CO2 e agenti inquinanti non solo nell’aria, ma anche nel terreno, favorendo la fertilità del suolo.

Tra i settori che potrebbero godere dell’apporto dei bio compositi c’è la nautica. Un esempio è quello delle tavole da surf, sport praticato da 23 milioni di persone nel mondo e con un mercato il cui giro d’affari, solo in termini di entrate, supera i 7 miliardi di dollari con un CAGR tra 2018 e 2022 pari al 12,24%.

La prospettiva di farlo diventare uno sport acquatico davvero green è possibile abbattendo le emissioni di CO2 causate dalla produzione di ogni surfboard: «pensiamo che una tavola da 6 piedi e pesante 2,5 kg nel ciclo di vita produce 272 kg di anidride carbonica.

 

IL RUOLO NELLE COSTRUZIONI – È poi l’edilizia ad aver capito prima di molti altri settori la versatilità di un prodotto come la canapa; molti sono gli usi che se ne fanno, come nel caso dei mattoni in calce e canapa: resistenti, durevoli, ecologici e traspiranti. Un altro degli impieghi più sorprendenti e che dà risultati convincenti è quello della coibentazione e dell’isolamento termo-acustico. La canapa è utilizzata per rivestire le pareti di un’abitazione rendendole sempre più resistenti agli “attacchi” degli agenti climatici. Un pannello isolante in canapa può essere una soluzione davvero rivoluzionaria per chi vuole un isolamento perfetto, che significa maggior comfort abitativo e più risparmi.

Il prodotto che proponiamo noi di House Natural è utilizzabile in tutte le tipologie edilizie, e può essere applicato in intercapedini di pareti perimetrali, partizioni interne, solai, coperture. La sua versatilità lo rende adatto sia a nuove costruzioni sia a ristrutturazioni o infine a correzioni acustiche di ambienti esistenti.

Il pannello ha eccellenti prestazioni sia contro il freddo, grazie alla bassa conduttività termica, sia contro il caldo, grazie al suo elevato calore specifico e ad una bassa diffusività che fa sì che il calore all’interno del materiale si estingua rapidamente.

La nostra divisione House Biomaterial lo consiglia particolarmente in ambienti molto umidi. Rispetto agli altri isolanti, la canapa ha il vantaggio di assorbire lumidità e rilasciarla nel tempo.

Grazie ad una traspirabilità ottimale, viene contrastato l’insorgere di condensa interstiziale, creando ambienti abitativi salubri, privi di batteri, muffe e microbi.

Housetherm è infine durevole e riciclabile al 100%: per scoprirlo chiama il nostro numero, 0577 905128 , un esperto saprà darti tutti i dettagli di cui hai bisogno.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Il massetto a secco: quali sono le sue caratteristiche?

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Tutti i vantaggi di un prodotto unico, da utilizzare nelle vostre abitazioni. La proposta di House Natural

Il massetto è quell’elemento orizzontale che viene adottato per livellare la superficie su cui deve essere posato il pavimento, ha lo scopo di rendere piano il substrato portante, inglobando gli impianti elettrici ed idraulici primari e secondari. E’ una parte interna nascosta dalla struttura e ha un’importanza fondamentale anche in termini di isolamento acustico e termico.

 

L’UTILIZZO – Negli anni hanno preso sempre più piede i sottofondi a secco le cui origini risalgono all’Ottocento. Con il sottofondo a secco si impiegano materiali in bioedilizia che garantiscono case ‘sane’, confortevoli e a basso consumo energetico. Grazie alla tecnica a secco è possibile realizzare in modo razionale pavimenti di alta qualità. Questa tipologia di massetto, utilizzato al posto del massetto di cemento é realizzato con prodotti naturali certificati, che non hanno nulla da invidiare ai sistemi per sottofondo tradizionali. Un ulteriore vantaggio è rappresentato dal fatto che questo materiale ha un peso limitato e una modalità di montaggio più rapida; bisogna infatti ricordare che non ci sarà nessuna perdita di tempo o fermo cantiere per l’asciugatura. In questo modo, i lavori successivi, come la posa dei pavimenti, possono iniziare rapidamente eliminando i tempi morti tipici dell’utilizzo di un massetto di cemento.

 

I VANTAGGI – La scelta del sottofondo adeguato deve tenere in considerazione diverse condizioni generali e requisiti. Come ad esempio le caratteristiche del solaio grezzo, la destinazione duso, i requisiti di isolamento acustico relativamente al suono aereo e al calpestio, i requisiti di isolamento termico, i requisiti di protezione dall’umidità, la quota del pavimento finito, l’integrazione di sistemi di riscaldamento a pavimento.

Con la posa a secco i vantaggi sono evidenti e bisogna considerarli attentamente, in modo tale che la vostra abitazione possa sfruttarli al meglio. Noi di House Biomaterial, siamo esperti nella realizzazione e posa di massetti di questo tipo e offriamo ai nostri clienti prodotti di qualità, su misura per ogni evenienza. Ecco i vantaggi che potrete ottenere se scegliete il nostro sistema Klima-Pav:

 

Garanzia di stabilità nel tempo

Rapidità di posa

Immediata calpestabilità e rivestibilità

Leggerezza

Efficace isolamento termo-acustico.

 

Inoltre Klima-pav non contiene resine e agenti chimici, può essere usato su qualsiasi tipo di solaio (cemento armato, latero cemento, legno, ecc.) e vi permette finalmente di avere un impianto di riscaldamento radiante a pavimento flessibile alle vostre esigenza. Questo comporta un notevole risparmio nei costi e nei tempi di lavorazione, aumentando notevolmente l’efficienza energetica dell’impianto che riscalderà direttamente il pavimento e l’ambiente soprastante.

Infine si tratta di un sistema di sottofondo con riscaldamento radiante integrato, ma Klima-pav è ideale anche per il raffrescamento poiché la mancanza di massetto cementizio sulle tubazioni limita la formazione di condense e ne facilità l’asciugatura.

 

Per ulteriori informazioni consulta la scheda tecnica del prodotto qui, e chiamaci allo 0577905128

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Pavimenti e isolamento termico: perché non usare l’argilla?

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Le applicazioni di questo materiale naturale per la realizzazione di pavimenti e pareti perfettamente isolate. Diamo un’occhiata ai vantaggi dell’argilla

 

L’argilla cruda o terra cruda è un materiale di costruzione molto antico. La terra, con o senza ciottoli, può essere impiegata in diversi settori della bioedilizia: in particolare, il pietrisco molto umido (argilla) viene lasciato asciugare al sole e per evitare che si formino fessure, per poi essere mescolato con vari leganti, uno fra tutti la calce.

Nell’articolo che vi proponiamo oggi, vogliamo parlare delle moderne applicazioni dellargilla cruda in bioedilizia, attraverso esempi pratici, per capirne le proprietà fonoassorbenti e termoisolanti.

 

DOVE SI PUÒ UTILIZZARE QUESTO MATERIALE – L’argilla cruda è considerata uno dei prodotti a più basso impatto ambientale in bioarchitettura. Può essere impiegata come fondo per lincollaggio delle ceramiche, del cotto o del legno. Si può usare in case, uffici, locali pubblici e in qualsiasi tipo di edificio, grazie alla sua elevata capacità di traspirazione. Un esempio interessante è relativo ai centri benessere: l’argilla è indicata nella realizzazione di terme, SPA, bagni e locali wellness. Qui, dato l’elevato gradiente di umidità, è necessario garantire la tenuta stagna delle superfici e l’argilla assolve alla perfezione questo compito.

 

PAVIMENTI DI OTTIMA QUALITÀ – Il prodotto bio può essere impiegato mescolato con altri materiali come la sabbia calcarea e/o il gesso. Grazie all’alta trasmittanza termica, si possono realizzare pavimenti in argilla cruda, particolarmente adatti a ricoprire impianti radianti (riscaldamento a pavimento). Un’altra caratteristica a suo favore è che i pavimenti possono essere posati a bassissimo spessore grazie allausilio di altre fibre naturali.

Insomma questo materiale naturale e da sempre utilizzato nelle costruzioni, può adattarsi a ogni ambiente, in quanto è altamente versatile con tutte le tipologie di rivestimento, dalla medesima finitura in argilla alla ceramica. Come premesso, con sapiente ingegno, l’argilla cruda può essere miscelata con altri materiali. La sapiente fusione di ingredienti di questo tipo, restituisce pavimentazioni di altissimo pregio con un impatto estetico personalizzabile. La gamma colori consente di ottenere un vasto effetto cromatico mentre la manualità dell’applicazione consente di ottenere infiniti effetti, dal materico al più liscio e vellutato.

 

L’ISOLAMENTO DELLE PARETI – Un’altra importantissima applicazione della terra cruda sono i pannelli isolanti, facilmente applicabili a pareti e soffitti. Al naturale, i pannelli di argilla cruda presentano un valore lambda (λ, rappresenta l’isolamento termico in relazione alla conducibilità) di 0,132 con un fattore di resistenza alla diffusione di vapore acqueo pari a 18 (altamente traspirante). Alcuni prodotti isolanti a base di argilla cruda sfruttano la traspirabilità e la fonoassorbenza di questo materiale per soluzioni ad alte prestazioni abitative.

 

Tra i migliori prodotti isolanti che utilizzano questo prodotto naturale, c’è il nostro Houseclay, il prodotto ideato da House Biomaterial, composto da argilla, paglia e rete in fibra di vetro. Si tratta di pannelli all’avanguardia per la realizzazione di contropareti interne, pareti interne, e controssoffitti. Ecologici e facili da montare, garantiscono una tenuta e durabilità nel tempo perfette. Consulta la scheda per avere tutte le informazioni sui questo innovativo prodotto.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
biomattone in CANAPA

Il biomattone in calce e canapa, un prodotto da provare

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Resistente, versatile, sostenibile: ecco a voi il biomattone, uno dei materiali migliori per costruire le case di oggi e di domani

Negli ultimi tempi si è cominciato a parlare di biomattone, un prodotto edile innovativo che è sempre più utilizzato nelle costruzioni attente all’ambiente. Questo prodotto è comparso nel mercato italiano da non troppo tempo e già sta facendo molto parlare di sé.

Ma di cosa si tratta? In realtà non c’è nulla di complicato, anzi è un materiale molto semplice: aggiungendo all’acqua e alla calce il nucleo legnoso interno della pianta di canapa si ottiene appunto il biomattone. Già da questa prima e semplice descrizione, possiamo capire che stiamo parlando di un prodotto da costruzione estremamente leggero ma anche molto robusto e soprattutto naturale al 100%.

Il biomattone di canapa non è una nuova invenzione, ma una lavorazione antica, usata nella storia dai romani e dai giapponesi, i quali se ne servivano per realizzare alcune delle strutture più resistenti mai costruite al mondo. Il biomattone è un’alternativa ecologica e di valore: il materiale non è tossico, è senza carbonio ed energicamente efficiente.

 

IL LATO GREEN DEL BIOMATTONE

Basta pensare che la canapa è una delle piante che produce più biomassa al mondo, per capire la sua sostenibilità. Cresce in soli quattro mesi raggiungendo i quattro metri di altezza ed è in grado di assorbire biossido di carbonio durante tutto il suo ciclo vitale. Una costruzione fatta con materiali ecologici, come il biomattone, non provoca danni a chi vive nell’edificio e abbassa i livelli di inquinamento esterno, garantendo un confort abitativo senza precedenti. Comporta inoltre notevoli risparmi economici: le proprietà isolanti della fibra di canapa, infatti,  contribuiscono a un notevole risparmio energetico. È stato stimato che per costruire una casa di bioedilizia la spesa è circa il 10% in più, ma grazie agli incentivi l’investimento è ammortizzato in poco tempo. Soprattutto poi i costi di manutenzione in venti anni sono inferiori del 20-50% rispetto a quelli di unedilizia tradizionale.

 

UNA VERSATILITÀ SENZA PARAGONI

Il biomattone è un prodotto molto versatile grazie al fatto che la canapa è una pianta facile da coltivare in diversi tipi di terreno e in diversi contesti ambientali. La produzione di canapa si estende dall’Asia all’Europa, fino alle Americhe; si adatta bene alla maggior parte delle condizioni climatiche, con caratteristiche ambientali ed agronomiche vantaggiose. Una volta superate le proibizioni, la canapa (Cannabis Sativa) sta espandendo il suo campo applicativo in molti Paesi attraverso il consolidamento del suo uso nel processo di creazione di nuovi materiali implicati nella costruzione di nuove case e nel rinnovamento ecologico di infrastrutture già esistenti. I biomattoni di canapa, inoltre, sono adatti per costruzioni antisismiche, data l’elasticità del materiale.

 

TUTTI I PREGI DEL BIOMATTONE

Sicuramente meno conosciuto rispetto alle costruzioni in legno, l’utilizzo di questa pianta nella bioedilizia non prevede limpiego di colle o sostanze chimiche che rischiano di essere nocive per la salute. Le capacità strutturali di questo straordinario materiale da costruzione sono oltre l’immaginabile e i vantaggi sono numerosi. Attualmente è considerato uno dei prodotti migliori disponibili nel settore della architettura sostenibile. Vediamo perchè:

 

  • È un eccellente materiale isolante termico e acustico.
  • È naturale.
  • È ermetico ma al tempo stesso traspirante e flessibile e inoltre regola lumidità.
  • È Sostenibile. Per qualsiasi consumatore e coltivatore è un vantaggio in quanto può essere coltivato e reintegrato facilmente senza impatto negativo per la biodiversità.
  • È leggero e resistente al fuoco.
  • È resistente ai microbi e agli insetti, alla muffa poiché assorbe lumidità (un metro quadro di canapa assorbe fino a quattordici litri d’acqua, che possono essere rilasciati nel terreno e/o essere raccolti e riciclati).
  • È solido. Adatto per gli edifici antisismici.
  • È sano, rispettoso dellambiente e il suo utilizzo contribuisce alla riduzione dell’impiego di prodotti petrolchimici.
  • È un sintetizzatore del carbonio e contrasta l’inquinamento riducendo emissioni di CO2 garantendo una casa sana per chi la vive. Essendo completamente ecosostenibile per l’ambiente non ha effetti nocivi sulla salute umana.
  • È riciclabile al 100%, infatti alla fine del suo ciclo di vita è totalmente biodegradabile. Quando l’edificio viene demolito, il biomattone può essere riutilizzato o smaltito in natura senza danni all’ambiente.
  • È economico. Le sue proprietà isolanti contribuiscono al risparmio energetico. Inoltre, richiede una bassa manutenzione.

House Biomaterial garantisce mattoni in calce e canapa dagli alti standard qualitativi; una soluzione innovativa, con molteplici aspetti positivi, che infine permette un confort abitativo davvero perfetto. Nella nostra sezione del sito dedicata, potrete trovare tutti i dettagli tecnici e per ulteriori informazioni vi basterà chiamare lo 0577 905128.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Come sconfiggere il carbonio: prospettive future

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

House Natural è da sempre dalla parte di un’edilizia a prova di inquinamento

Gli edifici verdi che riducono i consumi energetici e le emissioni di carbonio sono tra i principali artefici del contenimento dell’impatto ambientale relativo al costruito. Protagonista in negativo della minaccia ambientale è il carbonio, quello emesso quando i materiali per ledilizia vengono estratti, prodotti e trasportati: pensate che rappresenta circa il 10% delle emissioni globali. Molti esperti affermano che entro il 2030 lambiente costruito è destinato a raddoppiare: gli edifici rappresentano quindi una delle minacce più grandi per il clima. Per questo è necessario investire in una nuova sostenibilità architettonica.

GUERRA ALLA CO2 – Ora più che mai il contributo che nuovi modelli costruttivi possono offrire alla risoluzione della questione climatica è enorme. La biomimetica e diverse innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo hanno reso possibile l’estrazione di enormi quantità di carbonio dall’atmosfera, incorporandolo nel costruito. Nei muri, nei tetti, nelle fondamenta e nei sistemi di isolamento degli edifici. Tutti noi siamo fatti anche di carbonio. Ma il problema è sempre l’eccesso e la presenza di un elemento nel posto sbagliato: in questo caso il ‘male del secolo’ è il biossido di carbonio, la nota CO2.

Così stanno nascendo torri per uffici costruite con avanzati sistemi in legno, nuovi calcestruzzi a basse emissioni di carbonio, blocchi costruttivi realizzati a partire dalla plastica raccolta negli oceani, sistemi isolanti ricavati dal micelio. Il nuovo mondo delle costruzioni è fatto di opportunità e scenari, più o meno concreti, che stimolerà architetti, ingegneri, costruttori e politici, contribuendo a realizzare un mondo nuovo.

PUNTARE SULLA RISTRUTTURAZIONE – Uno dei temi più caldi, e che interessa molto da vicino l’Italia, è quello della riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Si deve investire molto su questo aspetto principalmente per due motivi: per prima cosa, riqualificare un immobile significa migliorarne le prestazioni, anche in un’ottica di riduzione delle emissioni che vengono continuamente rilasciate da qualsiasi edificio. Poi, perché gli interventi di una nuova costruzione prevedono necessariamente un quantitativo di energia, risorse ed emissioni nocive nettamente superiore rispetto a dei lavori di recupero.

LA SCELTA DEI MATERIALI GIUSTI – Infine i materiali, da questi parte l’idea di una nuova sostenibilità architettonica. Il legno la fa da padrone, anche e soprattutto sul fronte della cattura del carbonio. Attenzione però: se per costruire in legno si finisce per disboscare foreste che catturerebbero quantitativi di CO2 nettamente superiori a quelli di un edificio, è chiaro che il paradigma non vale. Ecco perché è importante parlare della necessità di utilizzare legname raccolto e certificato in modo sostenibile.

Non c’è soltanto il legno, quando parliamo di materiali costruttivi sostenibili. Ci sono la paglia, la canapa o alcune fibre naturali che in realtà sono molto più abbondanti in natura e sono in grado di sequestrare quantitativi di CO2 che altrimenti si disperderebbero in atmosfera.

Sia dal punto di vista delle tecniche costruttive, sia per quanto riguarda i materiali, House Natural si pone come azienda leader per costruzioni non solo sostenibili ma anche anti-carbonio. I nostri progetti prevedono l’utilizzo di legno proveniente da tagli certificati e di prodotti naturalmente “mangiatori di CO2” come la canapa, che utilizziamo per rivestire e isolare le abitazioni. Dalle fondamenta al tetto garantiamo sostenibilità a 360° ed impatto ambientale positivo.

Contattaci o scrivici, scopri le nostre novità ed offerte del mese: info@housenatural.it.

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
casa in legno

Perché il legno è tra i materiali più utilizzati dagli architetti di tutto il mondo?

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Solido, pulito e versatile, il legno da costruzione è il “nuovo cemento”; adottarlo in edilizia può rappresentare la risposta alla crisi globale del settore

Esiste un miracoloso materiale da costruzione, così ecologico che assorbe carbonio dall’atmosfera piuttosto che aggiungerlo; un materiale grazie al quale i cantieri possono andare alla velocità della luce, che riduce il rumore e i tempi d’attesa, che può essere forte come l’acciaio e molto più leggero, che rende più felici sia gli operai che gli abitanti di un edificio e che, con l’aiuto della tecnologia, sta diventando sempre più efficiente e adattabile. Stiamo parlando del legno!

“È il materiale del futuro”, affermano gli architetti. I suoi sostenitori più accaniti pensano che potrebbe risolvere il sovraffollamento delle città del mondo. Allo stesso tempo il legno è così antico che i teorici del XVIII secolo credevano che Adamo ci avesse costruito la prima casa al di fuori del Giardino dell’Eden.

IL LEGNO: UNA STORIA SECOLARE, NUOVE POSSIBILITÀ

La sua riscoperta, come prodotto da costruzione prefabbricato, ha origine intorno agli anni ’90. In quel periodo la tecnologia digitale stava già facendo sì che il mondo impiegasse meno carta del previsto. Così il governo austriaco finanziò una ricerca di usi alternativi per il legname coltivato nelle sue foreste. Gerhard Schickhofer, un professore di ingegneria, ebbe un’idea che consisteva nel costruire strati di tavole, legarle insieme con colla e comprimerle. Così è nato il compensato, chiamato legno lamellare a strati incrociati (CLT). Forte, rigido e resistente, isola sia il calore che il suono e può essere prefabbricato con alti livelli di qualità e precisione. Può essere utilizzato per fare pavimenti, pareti, scale e sollevare gli alberi, impilando pannelli come una torre insolitamente stabile.

Si tratta di uno di quei prodotti che hanno in comune l’uso di nuove tecnologie per trasformare un materiale naturale in un prodotto industriale.

Oltre ad una storia secolare e una grande riscoperta, il legno stratificato consente di realizzare cantieri più silenziosi, più puliti e con meno scarti di lavorazione, senza il rumore e la polvere di trapani a percussione e delle smerigliatrici. Richiede un quinto delle consegne da camion rispetto a quelle per il calcestruzzo.

COMFORT ASSICURATO CON IL LEGNO IN EDILIZIA

Molti di coloro che utilizzano il legname per realizzare edifici o li vivono affermano che, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche sull’argomento, questi ultimi fanno sentire meglio le persone. Riducono lo stress, abbassano la frequenza cardiaca, calmano i bambini nelle aule, migliorano il recupero negli ospedali – tutto ciò sembra intuitivamente probabile. L’atmosfera sana potrebbe, naturalmente, essere generata da tutti i tipi di legname, ma oggi come non mai si possono raggiungere altissimi livelli di qualità per strutture grandi ed efficienti.

La rivoluzione del costruito è in corso e noi di House Natural siamo in prima linea, scopri la nostra divisione House Wood, da noi il legno è di casa.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

L’intonaco naturale per la ristrutturazione di edifici ad elevato comfort abitativo

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La nostra linea di prodotti e malte sostenibili per un rivestimento senza paragoni

 Quando parliamo di intonaco, ci riferiamo ad un rivestimento delle murature, che può avere funzione protettiva, decorativa e isolante. In base al suo posizionamento, se all’interno degli edifici o all’esterno, può avere diverse funzioni.

In generale siamo stati abituati, nel corso degli anni passati, ad utilizzare intonaci e malte premiscelate, composte soprattutto da sostane chimiche e dannose soprattutto per l’ambiente, se non anche per la salute degli abitatori di una casa.

Un tempo invece questi prodotti erano realizzati con sostanze del tutto naturali, che possedevano proprietà isolanti, antifungine, antibatteriche e impermeabili per loro stessa natura. Materiali di questo tipo non avevo nulla da invidiare agli intonaci moderni.

LA SCELTA ECOLOGICA DI HOUSENATURAL

È per questo motivo che House Natural ha deciso di produrre intonaci e malte tornando alla tradizione, ma con uno sguardo al futuro, realizzando prodotti di elevata qualità e con alti livelli di sostenibilità ambientale. Il tutto per garantire un comfort abitativo al top. Chi non vorrebbe delle pareti rivestite con prodotti a bassissimo impatto ambientale che siano anche impermeabili, resistenti alle muffe e isolanti contro gli agenti atmosferici?

La filosofia che guida la nostra scelta si basa sulla necessità di utilizzare ciò che la natura ci offre, per evitare sprechi e dare nuova vita alle materie prime. Ecco due dei pilastri alla base della bioedilizia; i nostri prodotti “Housecalc sfruttano le sabbie derivanti dalla riqualificazione di aree fluviali, ad esempio.

La nostra ricerca continua ci ha portato a realizzare prodotti in linea con i dettami dell’architettura bio e che esprimono tutto il loro potenziale quando si tratta di ristrutturazione di edifici storici o sotto la tutela dei beni culturali.

House Natural offre una vasta gamma di intonaci storici, prodotti con materiali a Km 0, perché reperiti nella campagna Toscana, dove nasce e opera la nostra azienda. Le finiture e gli intonaci della nostra linea sono testati per essere compatibili con edifici antichi, grazie alla loro origine, ma anche moderni, per via della loro versatilità. Scoprili tutti, basta cliccare qui.

 

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
bioedilizia

L’edilizia e il suo ruolo chiave per il futuro dell’ambiente

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

House Natural, azienda leader nel settore della bioedilizia in Toscana, punta da sempre su materiali, impianti, tecniche costruttive innovative e sostenibili

Sapevate che i maggiori consumi energetici provengono proprio dagli edifici? Ecco perché la loro inefficienza può costarci davvero cara dal punto di vista dell’inquinamento e del surriscaldamento globale. È vero, negli ultimi anni siamo sempre più attenti alla realizzazione di edifici efficienti e di sistemi che contengono i costi e gli sprechi, con il fotovoltaico in testa. Tuttavia servono sforzi ancora maggiori sia da parte delle imprese edili, sia dal punto di vista dei cittadini e delle aziende che devono imparare a scegliere sempre di più soluzioni eco-sostenibili.

Ne va del futuro dell’ambiente e anche degli accordi di Parigi, firmati con lo scopo di limitare il riscaldamento globale.

Secondo il recente report redatto dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep), con dati confermati dalla Global Alliance for Buildings and Constructions, per raggiungere gli obiettivi climatici che i paesi firmatari si sono posti, l’efficienza energetica degli edifici dovrebbe aumentare del 30% rispetto al 2015 entro il 2030.

COME DEVONO COMPORTARSI LE IMPRESE PER L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO?

Molti sono i fronti su cui bisognerebbe agire per ottenere nuovi livelli di efficientamento energetico: innanzitutto ridurre il quantitativo di energia ed elettricità necessario per far funzionare le strutture, soprattutto ospedali o centri commerciali che operano a ciclo continuo. In più bisogna continuamente migliorare i processi e i materiali che non dovranno più avere emissioni nocive, evitando di contribuire all’inquinamento atmosferico. Infatti un terzo dell’energia che viene prodotta a livello mondiale proviene proprio dagli edifici, e questi ultimi emettono il 20% dei gas serra.

Nel 2015, l’82% dell’energia consumata nel settore delle costruzioni è derivata dai combustibili fossili; così, sebbene si stia investendo in misure di risparmio energetico in edilizia, è necessario accelerare questo processo, soprattutto in vista dell’enorme espansione che interesserà le città di tutto il mondo per accogliere una popolazione in forte crescita.

Gli esperti dicono che nei prossimi 40 anni verranno edificati circa 230 miliardi di metri quadrati; ecco che, con la giusta cultura edile e della sostenibilità, la problematica potrebbe trasformarsi in opportunità. Se verranno costruiti edifici che rispettino gli standard energetici, il futuro sarà un posto migliore in cui abitare.

Questa è da sempre la prerogativa che si pone la nostra azienda: siamo consapevoli che l’edilizia si dovrà porre come principale interprete di un domani più sostenibile e green. Se anche tu credi in questo rinnovamento, chiama i nostri esperti in bioedilizia: 0577 905128.

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

L’isolamento termo-acustico naturale

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Oggi parliamo dell’isolante in canapa, uno dei fiori all’occhiello tra i materiali sostenibili di House Natural, leader nella bioedilizia in Toscana

Chi non vorrebbe una casa che mantenga il calore d’inverno e sia fresca d’estate, con una soluzione ecosostenibile al 100%? Se questo è il vostro desiderio, come quello di molti altri, oggi non è più un’utopia. Il merito proviene dal materiale che meno ci si aspetterebbe, ma che si rivela versatile e funzionale, ecologico e performativo.

Risparmiare sulla bolletta con l’isolamento in canapa

Stiamo parlando della CANAPA, un isolante naturale, adatto a rivestire le pareti o i solai di un’abitazione, per isolare al meglio contro gli agenti atmosferici e i rumori. Attraverso l’utilizzo di questo materiale, si rispettano in pieno i canoni dell’edilizia contemporanea: si progetta per rendere gli edifici sempre più efficienti.

La canapa, di cui si utilizza la fibra tessile, è una pianta che può essere coltivata senza alcun tipo di pesticida o veleno nocivo per la salute dell’uomo: ecco perché si tratta di un materiale completamente naturale. Ma quali sono i vantaggi che derivano dal suo utilizzo?

I PREGI DELLA CANAPA: UN PRODOTTO ECCEZIONALE

Partiamo con i dire che la canapa utilizzata per fare da cappotto termico negli edifici, viene compattata in pannelli a cui vengono aggiunti dei sali di boro, per aumentarne la resistenza al fuoco.  Il materiale quindi garantisce diverse caratteristiche positive:

  • è isolante sia dal punto di vista termico che acustico. Si stima che la sua capacità di isolamento siano doppie rispetto agli isolanti di tipo minerale
  • è traspirante, quindi ha un ottima capacità di assorbire e rilasciare acqua; si tratta di una caratteristica importantissima per evitare che si formino muffe nelle pareti
  • è un ottimo materiale scaccia insetti, che restano alla larga da questo prodotto
  • essendo un materiale naturale, è possibile riciclare i pannelli, una volta che si decida di sostituirli o di ristrutturare casa.

Come può essere utilizzata la canapa per l’isolamento termo-acustico?

La canapa può essere utilizzata sia per isolare le pareti, sia i solai (per ridurre i rumori da calpestio), per tutte le tipologie edilizie e sia per le nuove costruzioni, sia per interventi di ristrutturazione. La salubrità dell’ambiente è garantita da un prodotto che fa della sua naturalità, la sua caratteristica vincente.

House Biomaterial è orgogliosa di poter proporre alla propria clientela un prodotto del genere, che oltretutto ha delle tempistiche di posa molto veloci e agevoli; il costo contenuto infine, fa degli isolanti in canapa un prodotto al top nel settore dell’isolamento di un’abitazione.

Per le informazioni tecniche relative al nostro isolante in canapa potete cliccare qui; per contattare i nostri esperti in fatto di soluzioni per l’isolamento termo-acustico non vi resta che chiamare lo  0577 905128.

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
blocchi rettificati in laterizio house natural

I blocchi rettificati in laterizio: climatizzazione naturale

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Tutti i vantaggi di un prodotto che garantisce costruzioni bio ed elevati standard di qualità

Chi non vorrebbe avere una casa in mattoni che possa essere calda d’inverno e fresca d’estate? A chi non interesserebbe avere delle pareti che isolano gli ambienti interni dall’esterno e che contribuiscono in modo notevole alla climatizzazione di casa? Se credete che tutto questo sia impossibile vi sbagliate, un modo c’è e ve lo spiegheremo in questo articolo.

Intanto addentriamoci nella questione della conducibilità dei materiali, importante per capire meglio quali siano le migliori soluzioni da adottare per la nostra abitazione. In maniera molto semplice, la conducibilità termica (espressa con la lettera λ) misura la capacità che un materiale ha di trasmettere calore. Ciò significa che maggiore sarà la conducibilità, e meno il materiale sarà un isolante termico. Per questa ragione è molto importante conoscere la conducibilità di un prodotto quando si costruisce o ristruttura la propria abitazione.

Scegliere materiali isolanti garantisce non soltanto un migliore isolamento rispetto all’esterno e quindi un miglior comfort abitativo, ma va anche a incidere sul risparmio energetico. La “pelle” della nostra abitazione è fondamentale per una temperatura ottimale all’interno dei nostri spazi abitativi.

PERCHÈ SCEGLIERE I BLOCCHI RETTIFICATI? 

Il materiale di cui sono composti questi speciali blocchi, è il laterizio; i vantaggi nell’utilizzo di questo prodotto ecologico e dalle elevate prestazioni abitative sono molti. Innanzitutto la sua scarsa conducibilità ma elevata traspirabilità, che garantisce un perfetto isolamento. Non solo, i blocchi di ultima generazione che utilizziamo noi di House Natural, consentono un incastro perfetto tra di loro; in questo modo si evitano i ponti termici (cioè zone più fredde delle pareti) generati dall’eccessivo utilizzo di malta per unire i mattoni. Ecco il connubio perfetto per il risparmio energetico che tutti vorremmo avere per la nostra casa: l’ambiente ringrazia, e anche il portafoglio.

Alcuni modelli dei nostri blocchi rettificati, inoltre, consentono la possibilità di essere riempiti con materiali dall’ottimo coefficiente termico, un isolamento a prova di caldo e di gelo.

Infine la solidità di questi elementi costruttivi è impagabile: pochi altri materiali possono vantare la stessa tenuta e durabilità nel tempo; non è un caso se gli antichi romani utilizzavano proprio questo materiale per costruire edifici importanti, come i loro acquedotti, rimasti intatti tutt’oggi.

Scegliendo i blocchi rettificati in laterizio che vi proponiamo noi di House Natural, avrete dei muri al top per quanto riguarda l’isolamento, senza bisogno di altri interventi: una climatizzazione naturale.

Per conoscere tutte le specifiche tecniche di questo speciale prodotto, consulta il nostro sito o vai direttamente alla scheda tecnica. House Natural si impegna da sempre a garantire i migliori materiali da costruzione, per coniugare comfort, solidità e sostenibilità. Chiamaci per ulteriori informazioni allo:  0577 905128.

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.