Una casa ecologica che salvaguarda l’ambiente

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La conoscenza della costruzione ecologica dovrebbe essere riconosciuta da tutti come un aspetto essenziale della conoscenza da costruire.

La qualità ecologica di un prodotto è definita sulla base della riduzione dell’impatto ambientale associato a tutte le fasi del suo ciclo di vita, in termini di consumo di energia e risorse naturali e in termini di sostanze rilasciate nell’ambiente.

Una casa può essere considerata ecologica se:

– è composta da materie prime naturali da fonti rinnovabili;

– ha un impatto ambientale limitato durante tutto il suo ciclo di vita;

– è funzionalmente adatto per il suo utilizzo;

non è nocivo o inquinante durante la costruzione, l’uso e lo smaltimento.

La sostenibilità di una casa, che si tratti di un materiale o di un edificio, può essere valutata attraverso un’attenta analisi della sua “biografia“, esaminando tutte le fasi del suo ciclo di vita o l’equilibrio ambientale. Gli effetti ambientali delle varie fasi del ciclo di vita di un prodotto vengono “misurati” per rendere immediatamente comprensibile il loro “potenziale” di contributo a una o più forme di impatto sull’ambiente

Bio-costruzione e la casa bio-ecologica

Negli ultimi anni l’interesse verso l’ecologia e verso tutte le attività ad esso connesse è aumentato molto, coinvolgendo sempre più persone, e anche riguardo all’aspetto della vita. La costruzione fondamentalmente naturale ha fatto fare un salto indietro nel tempo, riabilitando tutti i materiali da costruzione più tradizionali e naturali. Pianificare in modo ecologico significa avere l’idea generale del progetto che sta per essere costruito, partendo da una conoscenza reale delle caratteristiche di ciascun materiale. Un aspetto che significa assicurare che ogni costruzione sia il risultato organico e intelligente della trasformazione della natura in un prodotto artigianale: artificiale, ovviamente, ma adattata ai nostri bisogni naturali di salute e benessere. Pianificazione e progettazione corrette, attenzione al sistema costruttivo e qualità dei materiali da costruzione: questa è la base obbligatoria per il risparmio energetico ed è il rispetto.

Bassa dispersione termica

La progettazione strutturale e tecnologicamente sostenuta, il sistema costruttivo avanzato ed estremamente flessibile, la continua ricerca e l’uso di materiali di alta qualità per costruire case bio-ecologiche a bassissima dispersione termica. Ciò significa essere in grado di garantire un consumo energetico equilibrato e sostenibile, supportato da sistemi per la produzione di energia e il risparmio energetico. Ecologia significa “rispetto per la natura“, con la consapevolezza che tutti dovrebbero avere: che è parte integrante e attiva dell’ambiente. Questa stessa consapevolezza è la base dell’elevato standard di vita e un aspetto fondamentale del nostro benessere. Per questo motivo i fondamenti dell’architettura bioclimatica sull’analisi del luogo, dello spazio e delle forme. Un edificio che corrisponde ai desideri e ai bisogni reali dei clienti, e che nello stesso tempo guarda nel futuro, anticipando l’evoluzione della famiglia e i vari usi della casa nelle diverse fasi della vita.

House Natural è l’impresa edile specializzata in lavori di bioedilizia, l’azienda può dare un supporto completo a chiunque decida di realizzare o ristrutturare un’abitazione secondo criteri ecologici. Il gruppo House Natural si compone di 4 differenti divisioni, un gruppo di aziende che, operando ognuna nel proprio specifico settore, riescono ad integrarsi efficacemente per fornire al cliente un servizio completo, permettendogli di interfacciarsi con un unico interlocutore. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural.it/contatti/

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La bioedilizia rappresenta un futuro ecosostenibile

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Grazie alla consolidata esperienza dei nostri tecnici specializzati, HouseWood rappresenta una garanzia per chiunque desideri una casa o una costruzione in legno, nel massimo rispetto dell’ambiente e della sua tutela

La bioedilizia sembra essere uno dei pochissimi campi in Italia a non risentire dell’attuale crisi economica. L’architettura ecosostenibile è in continua evoluzione e in continua espansione grazie alla mentalità che le generazioni più giovani e gli esperti di settore stanno applicando alla costruzione e alla ristrutturazione di proprietà in relazione all’ambiente circostante.

Le statistiche

Secondo studi recenti, il numero di edifici in legno ha subito un aumento del 10% in Italia nel corso del 2017 e la richiesta non riguarda più solo le aree montane, ma ha iniziato a comprendere anche i territori costieri e dell’entroterra dell’Italia centrale e meridionale. Una casa fatta principalmente di legno non è solo funzionale, meno costosa e più amichevole verso l’ambiente; è anche molto più veloce da assemblare (la costruzione di una casa in legno non richiede tempi straordinariamente lunghi).

I pregi delle costruzioni in Legno

Secondo alcune statistiche a noi italiani le costruzioni in legno piacciono tanto; secondo un’indagine l’Italia è il quarto produttore europeo di case in legno con il 90% di nuovi edifici residenziali realizzati con questo materiale. Di conseguenza, questa è una tendenza in crescita e non semplicemente un mood attuale, soprattutto se si pensa che la produzione italiana sia cresciuta di oltre il 10% nel 2017 e con un fatturato di quasi 600 milioni di euro. Gli edifici in legno sono migliori e veramente redditizi poiché sono sani, sicuri, rispettosi dell’ambiente, economici ed efficienti dal punto di vista energetico a condizione che la risorsa – vale a dire il legno – abbia un’origine certificata ed è in linea con le normative. Grazie alle tecnologie più recenti, è possibile realizzare strutture ecologiche estremamente robuste per case a più piani e condomini. Il legno è un tipo di materiale che consente diversi tipi di utilizzo. Il legno, inoltre, ha proprietà termoisolanti che rendono le stanze calde in inverno e fresche in estate. Non tutti sono consapevoli del fatto che il legno ha anche proprietà isolanti acustiche: questo garantisce la protezione da suoni e da rumori esterni e rende l’ambiente interno rilassante e accogliente.

Ottenere un finanziamento è molto più semplice

Gli istituti di credito italiani, originariamente piuttosto riluttanti a concedere prestiti per la costruzione di strutture in legno, sono ora pienamente consapevoli del potenziale di questo tipo di edifici e stanno emettendo mutui per l’acquisto di immobili in legno.

Sostenibilità, architettura e design sono alla base di HouseWood. Siamo esperti nella creazione e costruzione di ambienti rispettosi della natura, che strizzano un occhio alla sostenibilità. Da HouseWood troverete edifici in legno ecosostenibili, prodotti innovativi e di alta qualità all’insegna della sostenibilità e del rispetto dei tempi di consegna. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural.it/contatti/

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
Ecobonus 2018

Per un arredamento a impatto zero

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Arredare casa in stile ecologico non è una semplice tendenza del momento ma un vero e proprio cambiamento a livello sociale, una maggior consapevolezza del mondo circostante e dello stesso valore della vita. Arredare nel rispetto dell’ambiente significa adottare uno stile di vita più sano ed equilibrato: non si tratta di stravolgere totalmente l’assetto dell’abitazione ma di prestare maggiore attenzione ai mobili da acquistare.

Le aziende nel campo dell’arredamento premono sempre più per uno stile ecologico, improntato sull’utilizzo di mobili realizzati con materiali da riciclo, naturali e biodegradabili. Tra questi, quelli che hanno destato maggiore scalpore sono stati gli arredi in cartone, che hanno preso forma in giocattoli per bambini, letti, cantinette per vini, poltrone e quanto necessario per arredare con stile una casa ecologica a impatto zero.

Gli amanti dell’eco-green potranno poi tornare indietro nel tempo, con il recupero di oggetti vintage e arredi da collezione, salvandoli dalle immondizie e optando per un gesto ecofriendly a tutti gli effetti. Questa tendenza è peraltro una grande alleata del fai da te: il recupero di materiali insoliti da trasformare in arredi per la casa sarà d’ispirazione per la fantasia e la creatività. Negli ultimi anni se ne sono viste di tutti i colori, a partire da letti in pallet alle mensole con le cassette di legno, dai lampadari realizzati con il riutilizzo di bottiglie e gli sgabelli con le vecchie riviste: il mondo non può che ringraziare.

Se l’intenzione è davvero quella di arredare casa in stile ecologico, acquistando mobili e arredi nuovi, occorrerà prestare attenzione alla provenienza e all’utilizzo dei materiali. Il legno è il più gettonato data la sua composizione naturale ed ecosostenibile al 100%. Anche in questo caso, però, è bene badare alle relative certificazioni (FSC e PEFC), garanzia di una responsabile gestione forestale, nel perfetto equilibrio naturale. Anche nel campo dell’arredamento è bene prediligere il km zero: le stesse spese e i consumi relativi al trasporto dei mobili comportano infatti un notevole impatto ambientale da non trascurare.

 

Oltre agli arredi, per ammobiliare una casa in perfetto stile ecologico, va riservata particolare attenzione al consumo energetico dato dall’illuminazione artificiale e dal riscaldamento. Per quanto riguarda l’illuminazione il consiglio è quello di sfruttare al meglio la luce naturale adoperando grandi finestre o lucernari. Oltre a trattarsi di una scelta rispettosa dell’ambiente, infatti, sarà possibile trarre qualche vantaggio anche rispetto alla bolletta energetica.

Con HouseWood architettura, design e sostenibilità vanno di pari passo, per creare ambienti unici, ma soprattutto rispettosi della natura e della sostenibilità dell’ambiente, per dare un mondo migliore ai nostri figli ed alle generazioni che seguiranno.

Da HouseWood troverete edifici in legno ecosostenibili, prodotti innovativi e di alta qualità all’insegna della sostenibilità e del rispetto dei tempi di consegna. È per questo che, per ognuno dei nostri progetti, assicuriamo una progettazione personalizzata con un unico referente, oltre alla velocità d’esecuzione e ad un prodotto chiavi in mano.

Grazie alla consolidata esperienza dei nostri tecnici specializzati, HouseWood rappresenta una garanzia per chiunque desideri una casa o una costruzione in legno, nel massimo rispetto dell’ambiente e della sua tutela.

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Bioedilizia e case in legno: tutto quello che c’è da sapere

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Le case ecologiche sono abitazioni concepite per essere in linea con le disposizioni del protocollo di Kyoto. Grazie alla loro struttura garantiscono infatti un risparmio energetico del 40/50% rispetto alle case tradizionali e una classe energetica che va dalla B fino alla A+. Le case in legno vengono realizzate con materiali naturali e atossici, al 100% riciclabili e rigenerabili.

Si riporta, di seguito, una raccolta di domande frequenti, di interesse per chi è sensibile alla questione sostenibilità e intenzionato a costruire una casa ecologica.

 

Quali sono i materiali adoperati in Bioedilizia?

I materiali utilizzati per la costruzione di case in bioedilizia sono principalmente il legno lamellare, la fibra di legno, la lana minerale e il sughero, materiali che offrono una grande efficienza termoisolante, garantendo un ottimo isolamento termico e fonico dell’abitazione e un’ottima resistenza al fuoco.

Qual è la durata delle case in legno?

Non è possibile stabilire la durata di una casa in legno. È bene considerare però che l’edilizia in legno è la più antica del pianeta ed esistono abitazioni che hanno resistito a distanza di centinaia di anni, nonostante la costruzione tramite metodi e materiali più semplici rispetto a quelli odierni. La struttura delle case ha comunque, in genere, una garanzia di 30 anni (a differenza delle case tradizionali garantite per 10 anni) e la manutenzione richiesta è la stessa di una casa tradizionale. Il legno non è soggetto ad alcun deperimento legato al tempo o alle condizioni atmosferiche e viene trattato solitamente con vernici atossiche e ignifughe che consente al contempo la traspirazione e la protezione del materiale.

Sono sicure e antisismiche? Possono bruciare?

Le costruzioni in legno sono realizzate appositamente con funzione ignifuga e sottoposte a test che prima della vendita ne certificano la resistenza al fuoco. I materiali con cui vengono realizzate vantano una grande resistenza all’azione del fuoco, sopportando temperature di oltre 1000 °C senza fondere fino a 120 minuti. Possono ritenersi abitazioni sicure perché i muri di cui sono composte hanno la funzione di struttura statica autoportante, ovvero consistono in un telaio composto da travi di legno lamellare che assicurano un comportamento elastico della struttura, evitando la concentrazione degli sforzi. L’elasticità del legno ne garantisce peraltro un rischio sismico basso.

Su quale terreno è possibile costruire?

Le soluzioni in bioedilizia vanno considerate alla pari degli edifici in muratura tradizionale e, pertanto, seguono lo stesso iter delle case tradizionali con regolare concessione edilizia. La regolamentazione relativa alla possibilità di edificare su Terreni Agricoli varia da regione a regione e da comune a comune. È consigliabile rivolgersi al proprio comune di residenza o affidarsi ad un tecnico di fiducia per conoscere i vincoli di edificabilità del terreno agricolo in considerazione.

 

House Natural è l’impresa edile specializzata in lavori di bioedilizia, l’azienda può dare un supporto completo a chiunque decida di realizzare o ristrutturare un’abitazione secondo criteri ecologici. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural.it/contatti/

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Le case in legno: dall’antichità ad oggi

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Un viaggio dal nord Europa al sud, fino ad arrivare alla costruzione di case in legno targate House Wood

Fin dall’antichità gli uomini avevano capito che il legno era un perfetto materiale da costruzione; ne sono un esempio le abitazioni costruite su palafitte le cui strutture sono ancora in piedi dopo quasi 4mila anni. Nel corso dei secoli gli individui non hanno mai abbandonato l’utilizzo di questo materiale per costruire le proprie abitazioni e l’evoluzione di queste ultime è concisa con l’evoluzione delle tecniche di reperimento e lavorazione del materiale: dalla fatica dei boscaioli alla precisione dei macchinari odierni che tagliano i blocchi di legno in maniera perfetta e permettono il minor consumo energetico per la lavorazione rispetto a tutte le altre materie prime.

Anche molti edifici “pubblici” antichi, come le chiese, sfruttavano la robustezza del legno per sorreggere le proprie strutture e le loro cupole. Ma di abitazioni ben piantate per terra i primi esempi riguardano l’età del bronzo (1100-750 a. C.), con edifici perlopiù cubici ricavati dal taglio di lunghi tronchi a determinare lunghezza e larghezza delle abitazioni.

Uno degli esempi più illustri in questa rapida carrellata è quello che riguarda la costruzione di una casa mobile per il parco della Duchessa Sforza, da parte di Leonardo Da Vinci nel 1494; l’artista toscano aveva già compreso le potenzialità di questo tipo di abitazione.

 

DA NORD A SUD – Trascorso qualche secolo la casa realizzata con questo tipo di materiale conobbe uno sviluppo notevole, anche per via del perfezionamento delle tecniche costruttive. Furono soprattutto gli stati del nord Europa, nord degli USA e il Canada a veder fiorire abitazioni in legno. La ragione di ciò non risiede solo nel fatto che il legno è un ottimo materiale isolante, che garantisce una grande tenuta al freddo e una bassa dispersione del calore, ma anche a ragioni di tipo ambientale. Infatti nei villaggi e nelle cittadine di questi Paesi è molto più facile reperire la materia prima, rispetto che altrove , in quanto boschi e foreste sono parte integrante del panorama e il tipo di legno è molto adatto ad essere utilizzato per l’edilizia.

Fu proprio l’America la capostipite della realizzazione in serie delle case: nel 1833 il carpentiere inglese, Herbert Mamming, inviò in Australia moduli prefabbricati per la realizzazione di case residenziali.

In Europa la prima  casa unifamiliare prefabbricata fu costruita in Austria, dove tutt’oggi si trova, nel 1910 da Wenzel Hartl con il nome di “Jagdhaus”, cioè casa di caccia. Anche Albert Einstein come dimora estiva scelse una casa in legno; la ditta che realizzò l’immobile a Poznan era tedesca e fu tra le prime a fabbricare pezzi per la costruzione di case pronti all’uso.

La storia vede poi un rapido passaggio dal nord freddo e boscoso al sud dell’Europa con il suo clima mite, ideale anch’esso per la costruzione di case con materiale legnoso.

 

SOLIDITÀ E DESIGN PER IL MATERIALE N.1 DELL’EDILIZIA DI DOMANI – Passeggiando tra i secoli si riesce ad apprezzare ancor meglio il lavoro svolto da chi ha avuto l’intuizione di continuare una tradizione immortale, che trae origini dal passato e rimane viva nel presente, restando sempre al passo con i tempi, anzi sempre con un passo avanti rispetto al tempo. Noi di House Wood, abbiamo interpretato e capito prima di altri l’importanza di questo materiale per la costruzione di case in legno, e lo facciamo partendo dalla Toscana per espanderci in tutta Italia. Le nostre soluzioni chiavi in mano sono complete di tutto il necessario per aprire la porta e cominciare ad abitare. Il tutto con la sicurezza, durabilità, il design e l’accoglienza di una casa costruita con il materiale per eccellenza del futuro. Scopri la nostra offerta dedicata a te, chiama lo 0577 905128.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
casa in legno

Perché il legno è tra i materiali più utilizzati dagli architetti di tutto il mondo?

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Solido, pulito e versatile, il legno da costruzione è il “nuovo cemento”; adottarlo in edilizia può rappresentare la risposta alla crisi globale del settore

Esiste un miracoloso materiale da costruzione, così ecologico che assorbe carbonio dall’atmosfera piuttosto che aggiungerlo; un materiale grazie al quale i cantieri possono andare alla velocità della luce, che riduce il rumore e i tempi d’attesa, che può essere forte come l’acciaio e molto più leggero, che rende più felici sia gli operai che gli abitanti di un edificio e che, con l’aiuto della tecnologia, sta diventando sempre più efficiente e adattabile. Stiamo parlando del legno!

“È il materiale del futuro”, affermano gli architetti. I suoi sostenitori più accaniti pensano che potrebbe risolvere il sovraffollamento delle città del mondo. Allo stesso tempo il legno è così antico che i teorici del XVIII secolo credevano che Adamo ci avesse costruito la prima casa al di fuori del Giardino dell’Eden.

IL LEGNO: UNA STORIA SECOLARE, NUOVE POSSIBILITÀ

La sua riscoperta, come prodotto da costruzione prefabbricato, ha origine intorno agli anni ’90. In quel periodo la tecnologia digitale stava già facendo sì che il mondo impiegasse meno carta del previsto. Così il governo austriaco finanziò una ricerca di usi alternativi per il legname coltivato nelle sue foreste. Gerhard Schickhofer, un professore di ingegneria, ebbe un’idea che consisteva nel costruire strati di tavole, legarle insieme con colla e comprimerle. Così è nato il compensato, chiamato legno lamellare a strati incrociati (CLT). Forte, rigido e resistente, isola sia il calore che il suono e può essere prefabbricato con alti livelli di qualità e precisione. Può essere utilizzato per fare pavimenti, pareti, scale e sollevare gli alberi, impilando pannelli come una torre insolitamente stabile.

Si tratta di uno di quei prodotti che hanno in comune l’uso di nuove tecnologie per trasformare un materiale naturale in un prodotto industriale.

Oltre ad una storia secolare e una grande riscoperta, il legno stratificato consente di realizzare cantieri più silenziosi, più puliti e con meno scarti di lavorazione, senza il rumore e la polvere di trapani a percussione e delle smerigliatrici. Richiede un quinto delle consegne da camion rispetto a quelle per il calcestruzzo.

COMFORT ASSICURATO CON IL LEGNO IN EDILIZIA

Molti di coloro che utilizzano il legname per realizzare edifici o li vivono affermano che, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche sull’argomento, questi ultimi fanno sentire meglio le persone. Riducono lo stress, abbassano la frequenza cardiaca, calmano i bambini nelle aule, migliorano il recupero negli ospedali – tutto ciò sembra intuitivamente probabile. L’atmosfera sana potrebbe, naturalmente, essere generata da tutti i tipi di legname, ma oggi come non mai si possono raggiungere altissimi livelli di qualità per strutture grandi ed efficienti.

La rivoluzione del costruito è in corso e noi di House Natural siamo in prima linea, scopri la nostra divisione House Wood, da noi il legno è di casa.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
casa in legno

Le risposte alle domande più frequenti sulle case in legno

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

House Wood è la divisione che si occupa della costruzione della casa ecologica per eccellenza. In questo articolo i nostri esperti rispondono alle vostre richieste più frequenti

Abbiamo deciso di raccogliere una serie di domande poste da persone interessate alla realizzazione di un’abitazione in legno e di rispondere nella maniera più esaustiva possibile. Vediamo insieme cosa ha prodotto il nostro esperimento “botta e risposta”.

Le case in legno mantengono il loro valore anche a distanza di anni?

Tra le prime cose da sapere quando si realizza una casa, c’è la qualità dei materiali utilizzati e le certificazioni che chi lavora al progetto deve avere e rispettare. I controlli di qualità devono essere costantemente effettuati dall’impresa che realizza l’edificio e sono proprio questi che danno valore all’abitazione, sia dal punto di vista strutturale che economico. Molti periti sottolineano che, per edifici costruiti con tutti i canoni, l’edificio manterrà il valore intatto da qui a 100 anni. Un vantaggio quindi anche nel caso in cui si decidesse di vendere la propria casa in legno.

Le pareti e i soffitti sono abbastanza resistenti per sopportare il peso di mobili di vario genere?

Secondo gli standard attuali, seguiti dagli esperti di House Wood, non si fa differenza per quanto riguarda la stabilità fra pareti strutturali e pareti divisorie interne. Possiamo dire che, in media, una stabilità di 200 kg deve essere sempre garantita per non rischiare incidenti domestici.

Si può modificare la disposizione delle stanze, anche se si tratta di case prefabbricate?

La nostra divisione House Wood garantisce sempre soluzioni costruite su misura per ogni tipo di cliente e qualsiasi necessità. Offriamo infatti una progettazione personalizzata a chi decide di sceglierci.

Cosa si intende per livelli di finitura?

In parole semplici si tratta del modo in cui verrà consegnata la casa. Il massimo livello, quello che vi offriamo noi di House Wood, è quello chiavi in mano: in questo caso la casa prefabbricata in legno è pronta per essere abitata. Non vi resta che entrare ed arredarla a vostro piacimento.

Ma quali sono i vantaggi di acquistare una casa di questo tipo?

Innanzi tutto si tratta di edifici molto snelli da costruire, per questo motivo i tempi di consegna si abbattono notevolmente. Inoltre il legno è un materiale eccellente per mille e un motivo è un isolante termico naturale, garantisce cioè caldi inverni ed estati fresche. Per questa ragione i consumi si riducono e vengono tagliati di netto i costi per le bollette. Si tratta anche di un materiale che permette una buona insonorizzazione acustica, garantendo un perfetto comfort abitativo. Nemmeno a dirlo è un materiale ecologico e sostenibile, resistente al fuoco (brucia molto lentamente) e antisismico di natura. Il fatto infine che le case vengano prefabbricate e poi assemblate in loco, garantisce altissimi livelli di precisione strutturale.

Una casa in legno dura quanto una in muratura?

Per rispondere basterebbe guardare alle case medievali, ancora intatte o alle splendide pagode giapponesi, ma vogliamo dirvi di più: secondo uno studio dell’Università di Lipsia, una casa in legno ben costruita promette quantomeno la stessa durata delle case in muratura, ma con un’attenta manutenzione può durare molto di più.

Hai altre domande da porci per realizzare una casa davvero ecologica? Non esitare a farlo, chiamaci allo 0577 905128, ci trovi a Colle Val d’Elsa in provincia di Siena.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Bioedilizia: i pro e i contro del costruire ecologico

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Realizzare una casa secondo i canoni della bioedilizia è diventata una scelta ad oggi per molti. Questo modo di realizzare fabbricati e abitazioni garantisce uno sguardo attento al rispetto dell’ambiente e all’eco-sostenibilità, grazie ad un insieme di fattori e soluzioni studiate e ricercate attentamente. Oggi andiamo a scoprire i pro e i contro di queste case ecologiche, premettendo che trattandosi di un modo di costruire che va a favore dell’uomo e dell’ambiente, in ogni caso si tratta di soluzioni che apportano benefici elevati al mondo edilizio e al benessere delle persone.

Come accade per tutte le cose, valutando attentamente le regole e le modalità di costruzione nel campo della bioedilizia, possiamo trovare dei pro e dei contro.

 

I vantaggi di una casa in bioedilizia

Partendo con i fattori positivi non possiamo certo dimenticarci che l’utilizzo del legno affiancato da altri materiali naturali con capacità isolanti, permette di abbassare notevolmente i consumi energetici dell’edificio o della casa. Dal punto di vista dell’impiantistica, le fonti rinnovabili permettono di avere energia elettrica, riscaldamento e raffrescamento, inoltre l’acqua calda può essere generata con l’utilizzo di collettori solari con pompa di circolazione. Si tratta di soluzioni che hanno un notevole costo d’installazione, che si ammortizza solo in diversi anni di utilizzo. Ma grazie a queste soluzioni avremo anche un fattivo risparmio di acqua consumata, non che di energia e gas.

 

Oltre a questo dobbiamo ricordare che la casa realizzata secondo i canoni della bioedilizia, permette di avere un edificio che risponde perfettamente alle norme previste dalla legge per quanto attiene le materie antinfortunistiche e antincendio e per la sicurezza generale di chi le occupa. Un fattore da non tenere in secondo piano visto che il nostro paese è sempre più soggetto a eventi sismici importanti.

 

I contro di una casa in bioedilizia

Come detto il costruire in bioedilizia porta a tantissimi benefici indiscutibili. Volendo però analizzare il tutto, con estrema precisione, tra i contro troviamo il problema che si tratta di un sistema non ancora ben consolidato nel nostro paese. Questo significa che, non avendo ancora una rete di fornitori attrezzata, ci si può imbattere in realizzazioni in cui vengono impiegati prodotti scadenti o non correttamente stagionata. Per questo invitiamo a documentarvi, presso il costruttore, sulla tipologia e provenienza dei prodotti utilizzati. Un altro pro sono sicuramente i costi, superiori, in molti casi non di poco, rispetto ai rezzi tradizionali di acquisto di una casa normale.

 

Se state cercando un valido e affidabile costruttore a cui affidare la realizzazione della vostra prossima casa, contattate subito HouseNatural, che offre progettazione e costruzione della vostra prossima casa, garantendovi i benefici di una realizzazione curata nei minimi dettagli.

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Casa in legno o in muratura, scopriamo le differenze sui costi

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Chi deve realizzare oggi una casa sta molto attento ai costi che deve sostenere per la costruzione della stessa. La crisi economica, che ha colpito anche questo settore, ha portato ad avere, un lieve calo dei prezzi del “mattone” che variano a seconda delle tipologie di abitazioni e alla loro localizzazione. Il prezzo della costruzione casa al mq può quindi oscillare fra un certo range di valori, e si deve valutare attentamente molti fattori per garantirsi la scelta corretta in base alle proprie disponibilità ed esigenze. Con l’avvento della bioedilizia e dei temi del risparmio energetico, rispetto dell’ambiente e anti-sismicità, viene preso sempre più in considerazione, per la realizzazione di nuove case, il legno.

 

Si tratta infatti di un materiale estremamente ecologico, dalle elevate caratteristiche tecniche, di resistenza, risparmio energetico, ma anche un nuovo modo di costruire che permette di avere un’elevata sicurezza contro eventi straordinari quali terremoti. Ma per chi sta scegliendo la costruzione di una casa nuova, conviene che si affidi al legno o alla classica muratura? Vediamo di fornire qualche risposta grazie ai tecnici specializzati di HouseWood, leader del settore della realizzazione di case in legno.

 

In linea generale, anche se va sempre valutato il caso di specie, realizzare una casa in legno comporta una riduzione dei costi rispetto alle classiche soluzioni in muratura.  L’economicità del materiale e la maggiore semplicità sia delle soluzioni strutturali, sia della loro posa in opera, fanno si che il prezzo costruzione casa al mq con il legno sia inferiore. Quanto riassunto qui sopra, ovvero la maggiore economicità della scelta del legno, deriva principalmente dal fatto che la soluzione in muratura necessita di:

  • strutture di fondazione più robuste;
  • costi delle finiture più alte per l’utilizzo di malte e materiali vari, che vengono sostituiti da una semplice mano di vernice nella casa in legno;
  • costi della manodopera superiori del 30-40%;
  • costi maggiori per l’isolamento termico, in quanto il legno è lui stesso a garantire funzioni isolanti.

 

Già valutando solo questi aspetti abbiamo un costo finale minore per la realizzazione di una casa di legno. Ovviamente la forbice non è così elevata come uno possa pensare, perché bisogna tener conto anche dei costi di gestione e manutenzione che risultano essere superiori per le soluzioni in legno, data la maggiore manutenzione a cui deve essere sottoposto.

Oltre a questo, anche il prezzo di una casa in legno o tronchi può essere più o meno alto in base a diversi fattori:

  • forma, tipologia e dimensioni dei tronchi;
  • materiali delle finiture;
  • requisiti per gli infissi;
  • la posizione del luogo di costruzione etc.

 

Se state pensando alla realizzazione di una nuova casa in legno, HouseWood vi offre progettazione, realizzazione, costruzione e manutenzione, in un pacchetto esclusivo chiavi in mano che viene incontro ad ogni genere di richiesta. Contattateci per preventivi gratuiti, i nostri tecnici saranno a vostra completa disposizione!

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Come scegliere l’impresa edile giusta

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Non è frequente trovare, tra le pagine degli annunci dei giornali, un annuncio che recita più o meno: «Cerco impresa edile capace ed economica per affidarle la costruzione della mia nuova casa». In linea di massima, infatti, la scelta dell’impresa edile giusta si muove lungo altri canali. Il passaparola, o se preferite le referenze, come in tutti gli ambiti di mercato, ha il suo peso specifico; molto di più ne ha, almeno al giorno d’oggi, Internet, che di fatto ha sostituito le Pagine Gialle. Poi c’è la pubblicità, sebbene chi lavora in questo settore ne faccia un uso, tutto sommato, molto parsimonioso.

La realtà è che il settore dell’edilizia si affida molto più di altri alla reputazione costruitasi negli anni, elemento che viaggia in parallelo rispetto a quelli sopracitati. Ma anche questo parametro di valutazione non esaurisce le funzioni del succitato «Cerco impresa edile».

 

Qualità e congruità

Allargando il discorso, possiamo affermare che la qualità complessiva dell’azienda, da sola, non basta. Nel senso che essa rimane un parametro di riferimento imprescindibile. Ma a questo vanno aggiunte una serie di considerazioni niente affatto collaterali, che pur non afferendo direttamente alla questione della qualità e della professionalità, inevitabilmente condizionano i giudizi di merito sul lavoro dell’impresa.

Quali sono queste qualità? Nelle righe che seguono ne abbiamo individuate alcune che riteniamo sufficienti a mettere un segno di spunta sul «Cerco impresa edile» virtuale ipotizzato all’inizio.

 

Alcuni parametri da tenere in considerazione

  • Conoscenza del territorio. È un requisito pressoché indispensabile. La conoscenza delle condizioni morfologiche e geologiche della zona, ma anche della rete stradale che la attraversa, aiuta non solo a calibrare adeguatamente i lavori, ma anche a rendere più fluidi e agevoli i processi di cantierizzazione, che richiedono scavi e trasporto di materiali pesanti e ingombranti.
  • Dotazione di mezzi. Con la collaborazione del direttore dei lavori, sarà opportuno individuare quell’azienda dotata di mezzi adeguati, nel numero e nella quantità corretti per svolgere i lavori nei tempi previsti.
  • Rapporto vis à vis. Il contatto visivo, lo scambio diretto d’opinioni e il confronto possono offrire ottime indicazioni in merito all’eventuale sintonia tra il committente e il prestatore d’opera.
  • Raccogliere informazioni (anche, se non soprattutto, visive) in merito ai lavori precedenti dell’impresa restituirà un’idea globale non solo della qualità dei loro lavori, ma anche degli stili a essa più congeniali.
  • Collaboratori esterni fissi. Difficilmente un’impresa edile di medie dimensioni ha alle sue dipendenze dirette idraulici, elettricisti, falegnami, pittori e quant’altro; in genere, li assume come collaboratori esterni. Dunque, va da sé che se l’impresa ha delle figure professionali esterne di cui si serve abitualmente, l’intesa fra questi e i dipendenti dell’impresa sarà già consolidata, e non ci saranno rischi di fraintendimenti (e dunque ritardi nei lavori). Senza contare il fatto che un’azienda che cambia sistematicamente collaboratori qualche sospetto in merito alla sua serietà dovrebbe destarlo.
  • Verifiche di conformità. La legge prevede che tutte le verifiche preliminari in merito al rispetto delle norme che regolano il lavoro nei cantieri sia a carico del committente. Di conseguenza, se l’impresa edile non rispetta i requisiti minimi (riguardanti in gran parte la sicurezza) il primo a pagarne le conseguenze (civili e, nel peggiore dei casi, penali) è proprio il committente. Pertanto, è opportuno che quest’ultimo, con la collaborazione del direttore dei lavori, effettui le opportune verifiche prima di appaltare la costruzione a un’impresa ben precisa. Le regole cui attenersi sono contenute nel Testo Unico per la Sicurezza (d.l. 81/2008).

Per risparmiare tempo e fatica e demandare tutte queste incombenze a professionisti di sicura affidabilità (rispondendo al tempo stesso, e in maniera adeguata, alla più volte reiterata richiesta «Cerco impresa edile»), affidatevi a HouseNatural, azienda specializzata nella progettazione e nella realizzazione di abitazioni con una forte connotazione green. In questo modo, coniugherete efficienza e professionalità, contribuendo al tempo stesso a incentivare lo sviluppo sostenibile delle nostre città.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.