Quanto costa ristrutturare una casa?

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Al fine di evitare sorprese è sempre meglio avere una panoramica delle spese da effettuare

Prima di iniziare concretamente a cercare una ditta di ristrutturazioni è fondamentale avere un’idea di quanti soldi servono per un investimento di questo tipo. I costi per una ristrutturazione edilizia devono essere divisi in 3 macro categorie: i costi dei materiali e delle forniture, i costi dell’impresa e infine il costo per la manodopera del professionista. Se vogliamo parlare di numeri il costo dei materiali e di circa il 50%, il costo dell’impresa si aggira attorno al 40% ed infine il costo del professionista si attesta intorno al 10% del totale.

Il costo dei materiali e delle forniture in dettaglio

Quando si effettua un preventivo, l’impresa edile non include nel prezzo il costo dei materiali (pavimenti, rivestimenti, sanitari), ma si limita ad installarli. Ovviamente i materiali hanno un costo variabile a seconda della qualità e soprattutto a seconda delle opere edili. Partendo dal pavimento andiamo dai 7 €/mq ma anche 120 €/mq, mentre la posa realizzata dall’impresa ha un’oscillazione molto minore, di solito tra 30 e 40 €/mq. E’ di primaria importanza quindi, quando si ha davanti un preventivo, di considerare anche le spese per le forniture, in quanto hanno un costo variabile e, nella maggior parte dei casi, sono escluse dal preventivo.

Il costo per l’impresa

I lavori di ristrutturazione hanno un costo variabile, di solito per opere edili ed impiantistiche, si attesta tra i 250 €/mq ed i 500 €/mq. La variabilità di questi costi dipende soprattutto dalla località, dagli interventi da effettuale, dalla difficoltà di accesso al sito ed infine dalle scelte tecniche e qualitative. Quindi l’impresa, nella redazione di un preventivo, si basa su un progetto ed un computo metrico che viene redatto da un professionista del settore in base alle esigenze del committente dei lavori.

Il costo per la manodopera del professionista

Il geometra, il tecnico o l’ingegnere che dirige i lavori, non ha solo il compito di redigere perizie e firmare fogli. Queste figure hanno una fondamentale importanza. Tra le loro mansioni è importante ricordare lo studio preliminare, effettuato per valutare la fattibilità tecnica ed i costi generali dell’intervento, l’assistenza nella scelta dei materiali adeguati e soprattutto la presentazione in comune o in catasto delle varie pratiche amministrative. Infine la direzione dei lavori.

HouseBuilding, divisione del Gruppo House Natural, nasce come impresa edile specializzata in costruzioni e ristrutturazioni di alto livello qualitativo, per assicurare al cliente un prodotto ed un servizio a regola d’arte.  I nostri servizi si rivolgono sia a privati cittadini che ad aziende: eseguiamo lavori di recupero architettonico, restauro di edifici d’epoca e riqualificazioni di locali da adibire ad attività commerciali, il tutto nel massimo rispetto dei più alti standard di qualità e sicurezza. Offriamo un servizio personalizzato, che ci consente di seguire il cliente in ogni fase della realizzazione, dal progetto iniziale all’assistenza post vendita, adottando spesso i principi della bioedilizia per la tutela del patrimonio ambientale.

Devi realizzare un progetto? Richiedi subito un preventivo o vieni a visionare i nostri progetti direttamente dal costruttore, ottenendo dei vantaggi economici molto importanti!

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Consigli utili per scegliere un’impresa edile

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

In questo articolo vogliamo aiutarti a scegliere la ditta di ristrutturazione giusta per te

Il primo passo da fare, quando si ha in cantiere l’idea di ristrutturare una casa, è quello di affidarsi alla giusta impresa edile, che sappia coniugare competenza e serietà al cliente. Il fine di questo articolo è quello di dare delle dritte per non farsi trovare impreparati, scegliere al meglio l’impresa edile e non rimanere delusi una volta ultimati i lavori.

Recarsi presso la sede della ditta

Per osservare con i propri occhi i tecnici, gli operai, i macchinari e il modus operandi dell’azienda, in modo tale da avere una panoramica circa la serietà e la professionalità di chi abbiamo davanti.

Recarsi sul sito web e guardare i lavori svolti in precedenza

Il miglior biglietto da visita per un’impresa che opera nel campo delle costruzioni e delle ristrutturazioni è sicuramente il loro “palmares” di lavori svolti. Andando a controllare i lavori svolti si avrà la possibilità di capire il loro modo di affrontarli e soprattutto il risultato finale.

Fissare una scadenza senza perdere di vista il preventivo

Alla base del rapporto tra cliente ed impresa vi è un argomento principale da trattare: il tempo di esecuzione dei lavori e naturalmente il costo degli stessi. Ovviamente bisogna venirsi incontro e trovare un accordo che soddisfi ambo le parti. È inoltre fondamentale specificare da subito eventuali esigenze per evitare la modifica del progetto iniziale.

Controllare che l’impresa sia in possesso delle certificazioni

Per ristrutturare e costruire una casa occorre il via libera del comune di residenza. Il responsabile dei lavori non è l’impresa edile, bensì il committente. Quindi l’aiuto dell’appaltatore è quasi obbligatorio affinché’ la documentazione risulti chiara e l’abilitazione risulti in vigori.

Il gruppo House Natural si compone di 4 differenti divisioni, un gruppo di aziende che, operando ognuna nel proprio specifico settore, riescono ad integrarsi efficacemente per fornire al cliente un servizio completo, permettendogli di interfacciarsi con un unico interlocutore.

HouseBioMaterial, mette a disposizione della clientela una vasta gamma di prodotti per l’edilizia green, finalizzati alla salvaguardia del benessere abitativo e ambientale. La nostra offerta non si limita ad utilizzare prodotti naturali per costruire e migliorare gli ambienti, ma anche e soprattutto a contribuire alla diminuzione di materiali tossici di difficile smaltimento.

HouseWood, offre alla clientela una vasta scelta di soluzioni per la costruzione di abitazioni in legno di alto livello estetico e qualitativo. Con HouseWood architettura, design e sostenibilità vanno di pari passo, per creare ambienti unici, ma soprattutto rispettosi della natura e della sostenibilità dell’ambiente, per dare un mondo migliore ai nostri figli ed alle generazioni che seguiranno.

HouseImpianti, offre alla clientela una vasta scelta di impianti idraulici ed elettrici a basso impatto economico, nel rispetto della natura e della sua sostenibilità.

HouseBuilding, nasce come impresa edile specializzata in costruzioni e ristrutturazioni di alto livello qualitativo, per assicurare al cliente un prodotto ed un servizio a regola d’arte.

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Una casa ecologica non può prescindere da Pannelli radianti in argilla

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Scopriamo insieme uno dei migliori sistemi di riscaldamento attenti al risparmio energetico e alla biotecnologia

pannelli radianti in argilla sono dei tubi a serpentina situate nelle pareti della casa. Il loro funzionamento è diverso dai radiatori tradizionali. Sono in grado di riscaldare secondo la tecnica dell’irrigamento.

Pannelli radianti in argilla: le caratteristiche

La caratteristica principale dei sistemi radianti è la capacità di abbattere i consumi di GAS, relativi al riscaldamento, all’interno dell’abitazione. Questi sistemi a parete prevedono l’inserimento di tante serpentina all’interno dei muri, nel cui interno passa dell’acqua calda, meglio ancora se riscaldata da una fonte naturale ed ecosostenibile come potrebbe essere un’energia generata da pannelli solari. Queste serpentine permettono di riscaldare la parete ma, lavorando per irrigamento, emanano un calore che avvolge un po’ tutto l’ambiente circostante.

L’uso dell’argilla per i sistemi radianti

Dopo aver inserito le serpentine all’interno dei muri, occorre coprirle con dei pannelli; possiamo scegliere diversi materiali plastici, ma poco eco sostenibili, oppure optare per delle soluzioni naturali. Parlando di soluzioni naturali, abbiamo il legno, il sughero o ovviamente l’argilla. Questa è un materiale refrattario che accumula calore e ha la capacità di distribuirlo in modo intelligente all’interno dell’abitazione. Tramite l’argilla il calore viene distribuito in modo omogeneo: il valore aggiunto dell’argilla è quello di riuscire ad accumulare il calore, con un tempo di dispersione molto lungo; dispersione lenta e costante che si propaga all’interno delle stanze. Di conseguenza tanto caldo in più e diffuso in modo costante nelle stanze.

La copertura dei sistemi a serpentina

Tali sistemi possono coprire circa il 20% delle pareti che compongono una stanza. E’ importante che non siano coperti da mobili abbastanza grandi che, per via del loro volume, annullerebbero il potere irraggiante del sistema di riscaldamento. Quindi è consigliabile inserire la serpentina solo in una parete della stanza, senza ingombranti mobili davanti, e ricoprendola con l’argilla. Ovviamente i pannelli possono essere tinteggiate e decorate secondo i gusti personali. Viene eseguita anche una mappatura per salvaguardare le parete e il nostro sistema radiante da eventuali quadri appesi in modo non corretto.

Serpentine parete argilla

In fin dei conti, i sistemi radianti in argilla sono relativamente costosi, ma facendo un ragionamento lungimirante la convenienza si sente nel tempo. Se nella nostra casa sono presenti dei pannelli solari, il calore è continuo e soprattutto economico, stando sempre attenti all’ecologia.

Grazie all’esperienza e alle competenze dei nostri tecnici specializzati, HouseImpianti garantisce al cliente un servizio di qualità ed il massimo rispetto dei tempi concordati. Il nostro obiettivo è favorire la consapevolezza che un mondo sostenibile è un mondo migliore: è per questo che ci siamo specializzati nelle energie rinnovabili, che riescono a coniugare, in un unico prodotto, sostenibilità e risparmio economico. HouseImpianti coniuga, in ogni suo progetto, sostenibilità ambientale e risparmio economico. Da noi troverai la migliore soluzione per la tua casa o la tua azienda, potendo contare sempre su uno staff di professionisti competenti e preparati. hai bisogno di un nuovo impianto elettrico e idraulico? Inviaci un’email e parlaci del tuo progetto: ti risponderemo prima possibile, offrendoti una consulenza personalizzata.

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

I costi medi per la costruzione di una villa

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Una villetta monofamiliare è sinonimo di libertà costruttiva.

Il modo migliore sarebbe partire da zero e costruire la propria casa partendo dal luogo, passando per il materiale, lo stile ed infine la tecnologia. Vi sono varie spese da affrontare, questo è indubbio, ed è ovviamente molto più impegnativo e complicato rispetto ad una casa già costruita, in cui occorre solo ristrutturare secondo i propri gusti. In questo articolo affronteremo insieme i costi relativi alla costruzione di una villetta monofamiliare.

Partiamo da uno standard di 100 m2

In ordine, i costi primari che una famiglia deve affrontare sono:

Il costo di acquisto del terreno

Innanzitutto, se non si dispone già di un terreno idoneo alla costruzione, acquistare un terreno di natura edificabile delle dimensioni giuste per contenere il volume necessario alla costruzione dell’immobile. Ovviamente il costo del terreno al m 2 varia a seconda del comune, della lontananza dal centro città, e dalla panoramicità del sito.  Di solito il costo del terreno incide, sul valore complessivo, nella misura del 25%. A seconda della localizzazione geografica, abbiamo una differenza netta di prezzi medi:

  • Nord – 600 €/m²
  • Centro – 650 €/m²
  • Sud – 480 €/m²

Costi relativi alla costruzione

I costi della costruzione di una villetta, sono correlati alle tecnologie scelte, alla qualità delle rifiniture, al tipo di impianti da installare e, infine, dalla quantità di ricavo che il costruttore vuole ricavare. Se consideriamo una qualità media, abbiamo i seguenti valori:

  • Nord – 1.200 €/m²
  • Centro – 1.300 €/m²
  • Sud – 950 €/m²

Costi burocratici da versare al comune

Prima di tutto è necessario che il comune rilasci il permesso di costruire, dietro il pagamento di una tassa comunale, relativa ad oneri di urbanizzazione. Ovviamente l’importo varia da comune a comune ma secondo una stima il valore medio, è di circa 140€m²

Gli oneri per professionisti tecnici

Una volta acquistato il terreno bisogna che un tecnico abilitato rediga un progetto da presentare al comune ed al Genio Civile, utile all’ottenimento del permesso di costruzione. Mediamente il costo di un progetto va dall’ 8 al 12% del costo dei lavori. In media

  • Nord – 120 €/m²
  • Centro – 130 €/m²
  • Sud – 95 €/m²

Gli interessi sul mutuo

Partendo da una base decennale di rifinanziamento di un mutuo, gli interessi passivi gravano sul costo finale in una percentuale che varia dal 2 al 4%.

Consideriamo quindi i seguenti valori:

  • Nord – 60 €/m²
  • Centro – 70 €/m²
  • Sud – 50 €/m²

Sintetizzando:

  • Nord – 2.100 €/m²
  • Centro – 2.300 €/m²
  • Sud – 1.700 €/m²

Il gruppo House Natural si compone di 4 differenti divisioni, un gruppo di aziende che, operando ognuna nel proprio specifico settore, riescono ad integrarsi efficacemente per fornire al cliente un servizio completo, permettendogli di interfacciarsi con un unico interlocutore. House Natural è l’impresa edile specializzata in lavori di bioedilizia, l’azienda può dare un supporto completo a chiunque decida di realizzare o ristrutturare un’abitazione secondo criteri ecologici. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Una casa ecologica che salvaguarda l’ambiente

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La conoscenza della costruzione ecologica dovrebbe essere riconosciuta da tutti come un aspetto essenziale della conoscenza da costruire.

La qualità ecologica di un prodotto è definita sulla base della riduzione dell’impatto ambientale associato a tutte le fasi del suo ciclo di vita, in termini di consumo di energia e risorse naturali e in termini di sostanze rilasciate nell’ambiente.

Una casa può essere considerata ecologica se:

– è composta da materie prime naturali da fonti rinnovabili;

– ha un impatto ambientale limitato durante tutto il suo ciclo di vita;

– è funzionalmente adatto per il suo utilizzo;

non è nocivo o inquinante durante la costruzione, l’uso e lo smaltimento.

La sostenibilità di una casa, che si tratti di un materiale o di un edificio, può essere valutata attraverso un’attenta analisi della sua “biografia“, esaminando tutte le fasi del suo ciclo di vita o l’equilibrio ambientale. Gli effetti ambientali delle varie fasi del ciclo di vita di un prodotto vengono “misurati” per rendere immediatamente comprensibile il loro “potenziale” di contributo a una o più forme di impatto sull’ambiente

Bio-costruzione e la casa bio-ecologica

Negli ultimi anni l’interesse verso l’ecologia e verso tutte le attività ad esso connesse è aumentato molto, coinvolgendo sempre più persone, e anche riguardo all’aspetto della vita. La costruzione fondamentalmente naturale ha fatto fare un salto indietro nel tempo, riabilitando tutti i materiali da costruzione più tradizionali e naturali. Pianificare in modo ecologico significa avere l’idea generale del progetto che sta per essere costruito, partendo da una conoscenza reale delle caratteristiche di ciascun materiale. Un aspetto che significa assicurare che ogni costruzione sia il risultato organico e intelligente della trasformazione della natura in un prodotto artigianale: artificiale, ovviamente, ma adattata ai nostri bisogni naturali di salute e benessere. Pianificazione e progettazione corrette, attenzione al sistema costruttivo e qualità dei materiali da costruzione: questa è la base obbligatoria per il risparmio energetico ed è il rispetto.

Bassa dispersione termica

La progettazione strutturale e tecnologicamente sostenuta, il sistema costruttivo avanzato ed estremamente flessibile, la continua ricerca e l’uso di materiali di alta qualità per costruire case bio-ecologiche a bassissima dispersione termica. Ciò significa essere in grado di garantire un consumo energetico equilibrato e sostenibile, supportato da sistemi per la produzione di energia e il risparmio energetico. Ecologia significa “rispetto per la natura“, con la consapevolezza che tutti dovrebbero avere: che è parte integrante e attiva dell’ambiente. Questa stessa consapevolezza è la base dell’elevato standard di vita e un aspetto fondamentale del nostro benessere. Per questo motivo i fondamenti dell’architettura bioclimatica sull’analisi del luogo, dello spazio e delle forme. Un edificio che corrisponde ai desideri e ai bisogni reali dei clienti, e che nello stesso tempo guarda nel futuro, anticipando l’evoluzione della famiglia e i vari usi della casa nelle diverse fasi della vita.

House Natural è l’impresa edile specializzata in lavori di bioedilizia, l’azienda può dare un supporto completo a chiunque decida di realizzare o ristrutturare un’abitazione secondo criteri ecologici. Il gruppo House Natural si compone di 4 differenti divisioni, un gruppo di aziende che, operando ognuna nel proprio specifico settore, riescono ad integrarsi efficacemente per fornire al cliente un servizio completo, permettendogli di interfacciarsi con un unico interlocutore. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural.it/contatti/

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Costruire una casa in Classe A

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

In questo articolo elenchiamo i requisiti minimi per definire una costruzione di classe A

E’ possibile classificare le abitazioni a seconda del loro consumo energetico. In poche parole viene calcolata la quantità di combustibile annuo utilizzato per il riscaldamento di 1 m2. Le classi energetiche di riferimento partono dalla G fino alla A. La classe di riferimento G ha un consumo annuo stimato intorno ai 2000€ mentre la classe A ha un consumo stimato intorno ai 200€. Esistono classi energetiche che permettono un consumo ancora minore, unito ad un risparmio molto elevato. Stiamo parlando delle classi A+ e A++ il cui consumo si stima intorno ad un valore minore di 100€ all’anno.
Una casa con classificazione A+ e A++ sono dette anche edifici passivi. Si definisce edificio passivo, un immobile che riesce a mantenere una temperatura ottimale, a seconda della stagione, mantenendo un numero molto basso in termini di consumo energetico.

Caratteristiche di una casa in classe A

Una volta spiegato cosa si intende per classe energetica, passiamo ad una disamina più approfondita. Prima di tutto è giusto partire da un elemento primario: il posizionamento dell’immobile. Secondo le regole della bioedilizia per sfruttare al massimo le performance energetiche, è necessario che le stanze principali, siano orientate versi sud, in modo tale da poter godere di una maggiore esposizione ai raggi del sole. Da non sottovalutare è anche la presenza di alberi utili per fare da schermo, proteggendo l’abitazione dal vento. Questi sono importanti elementi che influiscono sul valore dell’immobile, diretta conseguenza della classe energetica.

Altri requisiti:

Per costruire secondo le norme statali e regionali che regolano l’antisismicità degli edifici, questi devono avere una struttura in cemento armato, con travi e pilastri robusti in grado di sostenere i carichi. All’interno di un’abitazione di classe A deve esserci un adeguato isolamento termico, in modo tale da evitare sbalzi termici. E’ quindi fondamentale la coibentazione dei muri che formano il perimetro della casa, con l’utilizzo di materiali isolanti. Da HouseBioMaterial Utilizziamo sostanze naturali atossiche che hanno elevate prestazioni in termini di isolamento termico ed acustico: Canapa, Legno, Minerali ecologici e altri materiali naturali riciclati. Materiali utilizzati anche per l’isolamento del tetto. Restando sempre in tema isolamento termico dobbiamo anche pensare agli infissi, scegliendo doppi vetri di tipo basso-emissivo.

L’impianto di riscaldamento

La scelta di un giusto impianto di riscaldamento è fondamentale. Esistono delle caldaie a condensazione, che possono essere abbinate ad un impianto a pannelli solari, che sfruttano l’energia del sole e la trasformano in energia per riscaldare gli ambienti di casa. In alternativa è possibile installare un impianto di riscaldamento sotto il pavimento.

Classificazione energetica degli elettrodomestici

Cosa da non sottovalutare è la scelta dei giusti elettrodomestici. E’ importante spendere di più nel momento dell’acquisto per ottenere un risparmio nel medio-lungo termine. Ergo è consigliabile acquistare elettrodomestici con classe energetica A.

HouseBioMaterial offre una vasta scelta di prodotti e materiale per l’edilizia sostenibile. Da noi troverai i migliori prodotti per costruire e restaurare la tua casa in maniera efficace, con prodotti innovativi e sostenibili, per garantire la massima sicurezza del tuo immobile e la salvaguardia dell’ambiente naturale.

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La bioedilizia rappresenta un futuro ecosostenibile

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Grazie alla consolidata esperienza dei nostri tecnici specializzati, HouseWood rappresenta una garanzia per chiunque desideri una casa o una costruzione in legno, nel massimo rispetto dell’ambiente e della sua tutela

La bioedilizia sembra essere uno dei pochissimi campi in Italia a non risentire dell’attuale crisi economica. L’architettura ecosostenibile è in continua evoluzione e in continua espansione grazie alla mentalità che le generazioni più giovani e gli esperti di settore stanno applicando alla costruzione e alla ristrutturazione di proprietà in relazione all’ambiente circostante.

Le statistiche

Secondo studi recenti, il numero di edifici in legno ha subito un aumento del 10% in Italia nel corso del 2017 e la richiesta non riguarda più solo le aree montane, ma ha iniziato a comprendere anche i territori costieri e dell’entroterra dell’Italia centrale e meridionale. Una casa fatta principalmente di legno non è solo funzionale, meno costosa e più amichevole verso l’ambiente; è anche molto più veloce da assemblare (la costruzione di una casa in legno non richiede tempi straordinariamente lunghi).

I pregi delle costruzioni in Legno

Secondo alcune statistiche a noi italiani le costruzioni in legno piacciono tanto; secondo un’indagine l’Italia è il quarto produttore europeo di case in legno con il 90% di nuovi edifici residenziali realizzati con questo materiale. Di conseguenza, questa è una tendenza in crescita e non semplicemente un mood attuale, soprattutto se si pensa che la produzione italiana sia cresciuta di oltre il 10% nel 2017 e con un fatturato di quasi 600 milioni di euro. Gli edifici in legno sono migliori e veramente redditizi poiché sono sani, sicuri, rispettosi dell’ambiente, economici ed efficienti dal punto di vista energetico a condizione che la risorsa – vale a dire il legno – abbia un’origine certificata ed è in linea con le normative. Grazie alle tecnologie più recenti, è possibile realizzare strutture ecologiche estremamente robuste per case a più piani e condomini. Il legno è un tipo di materiale che consente diversi tipi di utilizzo. Il legno, inoltre, ha proprietà termoisolanti che rendono le stanze calde in inverno e fresche in estate. Non tutti sono consapevoli del fatto che il legno ha anche proprietà isolanti acustiche: questo garantisce la protezione da suoni e da rumori esterni e rende l’ambiente interno rilassante e accogliente.

Ottenere un finanziamento è molto più semplice

Gli istituti di credito italiani, originariamente piuttosto riluttanti a concedere prestiti per la costruzione di strutture in legno, sono ora pienamente consapevoli del potenziale di questo tipo di edifici e stanno emettendo mutui per l’acquisto di immobili in legno.

Sostenibilità, architettura e design sono alla base di HouseWood. Siamo esperti nella creazione e costruzione di ambienti rispettosi della natura, che strizzano un occhio alla sostenibilità. Da HouseWood troverete edifici in legno ecosostenibili, prodotti innovativi e di alta qualità all’insegna della sostenibilità e del rispetto dei tempi di consegna. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural.it/contatti/

 

 

 

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Il 2018 E’ l’anno giusto per ristrutturare casa

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

La Legge di Bilancio del 2018 ha introdotto delle importanti novità in merito alla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie

Tutti gli interventi interni effettuati tra il 1 ° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018 beneficeranno di una detrazione dell’imposta sul reddito per un importo equivalente al 50% dei costi sostenuti e entro il limite di € 96.000.

Questo bonus include: lavori di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, ristrutturazione, restauro conservativo e ristrutturazione di edifici realizzati su parti comuni di edifici residenziali, ovvero appartamenti.

Ma anche lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione, restauro conservativo e ristrutturazione edilizia realizzati su singoli edifici residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche edifici rurali.

Alcuni esempi di lavori di manutenzione ordinaria coperti dal Bonus di rinnovo sono:

  • installazione di ascensori e scale di emergenza
  • costruzione e miglioramento di servizi igienici
  • sostituzione di infissi, porte, finestre o persiane con tapparelle, cambio di materiale o tipo di apparecchio
  • restauro di scale e voli
  • interventi di risparmio energetico
  • recinzione di un’area privata
  • costruzione di scale interne.
  • Bonus Eco a risparmio energetico

La legge di bilancio 2018 ha introdotto importanti innovazioni fiscali, che vanno dall’ampliamento al rinnovo dei mobili, alle nuove tariffe di detrazione di Eco Bonus per i lavori iniziati il ​​1 ° gennaio 2018. Inoltre, il testo della legge di bilancio 2018 conferma l’introduzione del Green Bonus, una detrazione del 36% fino a € 5.000 dei costi sostenuti per la cura di giardini e terrazze private.

Eco-bonus per interventi mirati al risparmio energetico

L’Eco Bonus è uno degli aiuti fiscali di maggior successo per gli interventi interni: questo bonus consiste in una detrazione fiscale del 65% sui costi sostenuti. In ogni caso, l’estensione del 2018 ha introdotto importanti innovazioni riguardanti la percentuale di riduzione per alcuni tipi di tariffe ammesse. Infatti, la riduzione dell’imposta sul reddito prevista dall’Eco Bonus non sarà più equivalente al 65% per tutti i lavori eseguiti e passerà al 50% per i seguenti lavori:

  • sostituzione e installazione di infissi;
  • sostituzione e installazione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione ea biomassa;
  • installazione di schermature solari.

Bonus Mobili

La Legge Finanziaria, recentemente modificata, ha confermato per il 2018 la possibilità di beneficiare di un bonus mobiliare. La detrazione fiscale sui costi sostenuti sarà del 50% e entro il limite di € 10.000. E’ possibile trarne vantaggio se si eseguono lavori di ristrutturazione, acquisti mobili o grandi elettrodomestici almeno appartenenti alla classe A +. La detrazione fiscale può essere richiesta attraverso la dichiarazione dei redditi e sarà suddivisa in dieci rate di una stessa somma.

House Natural è l’impresa edile specializzata in lavori di bioedilizia, l’azienda può dare un supporto completo a chiunque decida di realizzare o ristrutturare un’abitazione secondo criteri ecologici. Il gruppo House Natural si compone di 4 differenti divisioni, un gruppo di aziende che, operando ognuna nel proprio specifico settore, riescono ad integrarsi efficacemente per fornire al cliente un servizio completo, permettendogli di interfacciarsi con un unico interlocutore. Vieni a trovarci nella nostra sede a Colle val d’Elsa, e chiedi una consulenza gratuita; qui trovi le indicazioni stradali per raggiungerci: https://housenatural.it/contatti/

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.
Ecobonus 2018

Per un arredamento a impatto zero

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Arredare casa in stile ecologico non è una semplice tendenza del momento ma un vero e proprio cambiamento a livello sociale, una maggior consapevolezza del mondo circostante e dello stesso valore della vita. Arredare nel rispetto dell’ambiente significa adottare uno stile di vita più sano ed equilibrato: non si tratta di stravolgere totalmente l’assetto dell’abitazione ma di prestare maggiore attenzione ai mobili da acquistare.

Le aziende nel campo dell’arredamento premono sempre più per uno stile ecologico, improntato sull’utilizzo di mobili realizzati con materiali da riciclo, naturali e biodegradabili. Tra questi, quelli che hanno destato maggiore scalpore sono stati gli arredi in cartone, che hanno preso forma in giocattoli per bambini, letti, cantinette per vini, poltrone e quanto necessario per arredare con stile una casa ecologica a impatto zero.

Gli amanti dell’eco-green potranno poi tornare indietro nel tempo, con il recupero di oggetti vintage e arredi da collezione, salvandoli dalle immondizie e optando per un gesto ecofriendly a tutti gli effetti. Questa tendenza è peraltro una grande alleata del fai da te: il recupero di materiali insoliti da trasformare in arredi per la casa sarà d’ispirazione per la fantasia e la creatività. Negli ultimi anni se ne sono viste di tutti i colori, a partire da letti in pallet alle mensole con le cassette di legno, dai lampadari realizzati con il riutilizzo di bottiglie e gli sgabelli con le vecchie riviste: il mondo non può che ringraziare.

Se l’intenzione è davvero quella di arredare casa in stile ecologico, acquistando mobili e arredi nuovi, occorrerà prestare attenzione alla provenienza e all’utilizzo dei materiali. Il legno è il più gettonato data la sua composizione naturale ed ecosostenibile al 100%. Anche in questo caso, però, è bene badare alle relative certificazioni (FSC e PEFC), garanzia di una responsabile gestione forestale, nel perfetto equilibrio naturale. Anche nel campo dell’arredamento è bene prediligere il km zero: le stesse spese e i consumi relativi al trasporto dei mobili comportano infatti un notevole impatto ambientale da non trascurare.

 

Oltre agli arredi, per ammobiliare una casa in perfetto stile ecologico, va riservata particolare attenzione al consumo energetico dato dall’illuminazione artificiale e dal riscaldamento. Per quanto riguarda l’illuminazione il consiglio è quello di sfruttare al meglio la luce naturale adoperando grandi finestre o lucernari. Oltre a trattarsi di una scelta rispettosa dell’ambiente, infatti, sarà possibile trarre qualche vantaggio anche rispetto alla bolletta energetica.

Con HouseWood architettura, design e sostenibilità vanno di pari passo, per creare ambienti unici, ma soprattutto rispettosi della natura e della sostenibilità dell’ambiente, per dare un mondo migliore ai nostri figli ed alle generazioni che seguiranno.

Da HouseWood troverete edifici in legno ecosostenibili, prodotti innovativi e di alta qualità all’insegna della sostenibilità e del rispetto dei tempi di consegna. È per questo che, per ognuno dei nostri progetti, assicuriamo una progettazione personalizzata con un unico referente, oltre alla velocità d’esecuzione e ad un prodotto chiavi in mano.

Grazie alla consolidata esperienza dei nostri tecnici specializzati, HouseWood rappresenta una garanzia per chiunque desideri una casa o una costruzione in legno, nel massimo rispetto dell’ambiente e della sua tutela.

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Case ecosostenibili, belle e funzionali

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Uno dei materiali maggiormente diffusi per la realizzazione di case ecosostenibili è il legno. Pensate per inserirsi con la massima armonia nell’ambiente circostante, le case ecosostenibili di ultima generazione hanno un design studiato nei minimi dettagli. Esistono design molto diversi tra loro ma il comune denominatore è il massimo rispetto per le aree verdi preesistenti: tra le tante realizzazioni si è sentito parlare di una casa che, proprio per simboleggiare una natura preservata dall’intervento dell’uomo, aveva come fulcro dell’intero progetto e della stessa abitazione un albero di ulivo.

L’energia passiva nelle case ecosostenibili

Altro materiale largamente impiegato nella costruzione di case ecosostenibili è il vetro. Hewitt Studios ha firmato, nella contea di Wiltshire, una splendida dimora che fa suo il concetto di energia passiva. L’impiego di adeguati metodi naturali fa sì che il riscaldamento e l’aria condizionata vengano impiegati il meno possibile, e i materiali selezionati aiutano a mantenere l’isolamento climatico e a regolare gli sbalzi termici tra interno ed esterno. Un sistema di pannelli solari converte l’energia solare in energia elettrica per case ecosostenibili in totale armonia con l’ambiente.

Tra bellezza e funzionalità

Le case ecosostenibili sono esaltate ed esaltano al massimo il contesto in cui vengono collocate. Ecospace ha realizzato, per esempio, nel cuore del Monferrato, una costruzione modulare di 50 metri quadrati, su di un’ampia terrazza rivestita in legno e dotata di una suggestiva piscina. Un’abitazione che ha sul tetto un vero e proprio giardino, per migliorare l’isolamento termico interno, e che vede l’impiego di tecniche a basso impatto ambientale: dallo smaltimento delle acque reflue e di scarico fino alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Senza dimenticare gli interni, curati in ogni minimo dettaglio.

Un arredamento di cartone

Ma come si arredano le case ecosostenibili, perché la loro essenza venga preservata? Un’idea potrebbe essere quella del cartone. Per la camera da letto viene spesso proposta una struttura in cartone doppio sopra cui poggiare il materasso, un letto ecosostenibile a cui abbinare, come originale testata, moduli componibili ugualmente in cartone, da accostare a piacere per composizioni sempre diverse

Riciclo e creatività

Per regalare personalità alle case ecosostenibili, è necessario mettere in campo un pizzico di creatività. Tra le proposte più gettonate si sente frequentemente parlare di moduli libreria o guardaroba in MDF laccato: i ripiani possono presentarsi nei colori che più si preferiscono, arricchiti da vecchie gabbie recuperate e dipinte di bianco. E così, nelle case ecosostenibili, il riciclo può farsi trendy. Persino l’antica gabbia di un uccellino può diventare un romantico portaoggetti. Un’idea da copiare, ovviamente utilizzando vernici ad acqua!

 

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.