5 idee per la tua casa in legno

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Come abbiamo già avuto modo di constatare, costruire una villa, una baita, un rifugio o qualsiasi altro tipo di abitazione in legno è un’operazione che richiede in primis il rispetto rigoroso di alcuni parametri di edificazione, i più importanti dei quali riguardano i materiali (e in seconda istanza il loro trattamento).

Pertanto, il primo consiglio che possiamo indirizzare a tutti coloro che vogliono veder realizzato il loro sogno di costruire una villa in legno, è di rivolgersi a ditte specializzate in bioedilizia, aziende che hanno sviluppato una solida esperienza sul campo e conoscenze tecniche a sufficienza per realizzare delle opere in grado di coniugare estetica, funzionalità e sicurezza.

Aziende come HouseNatural, che da anni promuove e pratica edilizia green e architettura sostenibile, a prezzi concorrenziali e utilizzando tecniche e materiali all’avanguardia. Con HouseNatural, il desiderio di costruire una villa ecocompatibile per sé e per i propri cari può divenire realtà in qualsiasi momento.

 

Guizzi di creatività

Ciò non significa che chiunque desideri costruire una villa in legno debba rassegnarsi all’idea di aderire a dei modelli preconfezionati, oppure, nel migliore dei casi, lasciare che a decidere tutto sia l’azienda incaricata della progettazione e della costruzione. Al contrario, tra i vantaggi dell’edilizia sostenibile c’è anche una maggiore flessibilità creativa dal punto di vista del design. Questo significa che molte delle idee del committente potranno trovare una traduzione sia a livello progettuale che sul piano fattivo, e prendere corpo nella realizzazione vera e propria della casa.

Per chi invece di idee è leggermente a corto, c’è sempre il web che fornisce un ampio ventaglio di suggerimenti – o anche semplici suggestioni – su come costruire una villa in legno originale, esteticamente gradevole e soprattutto conforme alla sensibilità e ai desideri di chi dovrà viverci. Il tutto senza sacrificare la funzionalità e l’abitabilità. Nelle righe che seguono ne abbiamo isolate cinque che, riscontri alla mano, si sono rivelate vincenti.

 

5 idee di design

  • Rustico di campagna. Struttura antica e nobile nella sua apparente povertà. Pianta rettangolare o al massimo quadrata, tetto spiovente, non più di due piani. Le soluzioni di design contemporanee riescono a valorizzarne al massimo lo stile, ottimizzando lo spazio all’interno tramite scale a chiocciola e soppalchi.
  • Struttura a parallelepipedo. Ormai diffusissima in Nord Europa e in Canada, sta lentamente prendendo piede anche nei paesi mediterranei. Anche se a prima vista non sembrerebbe, si integra perfettamente in panorami naturalistici. Viene utilizzata soprattutto in contesti boschivi e in prossimità di corsi d’acqua.
  • Una variante di lusso del rustico di campagna. Chi ha intenzione – o il bisogno – di costruire una villa di dimensioni ragguardevoli può ricorrere a questo stile intramontabile, che ammette anche qualche svisata più creativa del normale per quanto riguarda i colori delle pareti esterne.
  • Mini-casa. Agli antipodi rispetto a quanto esposto sopra. Le mini-case sono una realtà diffusissima negli Stati Uniti e in Canada, e in contesti rurali e boschivi vengono utilizzate come punto d’appoggio per famiglie in vacanza. Allargando le maglie del discorso, possono diventare delle eccellenti unità abitative per single o per piccoli nuclei. Requisiti non fondamentali: clima favorevole, dal momento che gli spazi ristretti all’interno indurranno a occupare quelli in esterno più a lungo del normale. Requisiti fondamentali: un bravo designer che studi come ottimizzare ogni singolo centimetro quadrato degli interni. Non sarà un problema trovarne, dato che ormai esistono dei professionisti specializzati nel settore.
  • La variante russo-sovietica del cottage, con maggiore flessibilità per quanto riguarda le dimensioni e una serie più ampia di licenze creative sia per quanto attiene alla forma della pianta che per ciò che concerne la presenza di balconi, verande e finestre panoramiche. La dacia è costruita per proteggere gli abitanti dai gelidi inverni russi, dunque è indicata per zone dalle temperature medie molto basse.
Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.