Costi d’acquisto di una casa: qualche suggerimento

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.

Il prezzo delle abitazioni dipende da moltissimi fattori, molti dei quali non sempre sono sotto il nostro diretto controllo. La maggior parte delle persone che compra casa lo fa per necessità: in un particolare momento storico si decide di andare a vivere da soli, ci si sposa o si ha bisogno di spazi più ampi per l’avvento di un figlio. Questi eventi si verificano naturalmente e, l’ultima cosa a cui si pensa è l’andamento del mercato immobiliare.

Il valore di mercato è giustamente espresso attraverso un minimo ed un massimo, che evidenzia le differenze tra abitazioni usate a quelle di nuova costruzione e differenzia anche livelli di finitura.

Vediamo insieme, in generale, qualche consiglio ma soprattutto tutti gli errori da evitare nel momento in cui ci si accinge a comprare casa.

  1. Farsi sempre fare preventivi per “opera finita” basati sui metri quadri e mai ad ore, così il tempo e gli imprevisti non influenzeranno la spesa. In questo modo si evita anche di perdere tempo a controllare se gli operai lavorano o meno.
  2. Richiedere sempre preventivi scorporati, cioè non un’unica cifra che rappresenti l’intero lavoro, ma una serie di voci relative al costo dei materiali, delle ore previste ecc. in modo da poter confrontare tra di loro in modo efficace i diversi preventivi.
  3. Valutare sempre se acquistare da sé il materiale o farlo acquistare al professionista di turno, che solitamente ha uno sconto su certe marche e certi materiali. Molti acquistano il materiale, lo pagano poco, ma a noi lo fanno pagare un po’ di più, trattenendo una percentuale. Se questo costo non supera il prezzo a cui pagheremmo noi il materiale, facciamolo acquistare al professionista di turno, altrimenti eseguiamo noi l’acquisto diretto.
  4. Evitare di acquistare l’inutilmente costoso: quando si costruisce casa non si riesce ad avere una percezione lucida del costo delle cose. Ad esempio non sappiamo quale sia il prezzo giusto per una maniglia di una finestra e rischiamo di strapagarle solo perché le vogliamo satinate o di una forma particolare. Siamo realisti, chi guarda le maniglie? Forse noi all’inizio, ma presto non ci faranno ne caldo ne freddo. Insomma, cerchiamo di restare lucidi ed evitare di spendere tanto per particolari irrilevanti. Anche i copri-presa sono un bell’esempio: in una villetta ce ne sono quasi un centinaio e c’è una bella differenza di spesa se li paghiamo 10 euro o 30 euro l’uno.
  5. Prevedere sempre un margine di spesa, diciamo un 10.000 euro di extra per gli imprevisti, che ci sono sempre, e non possiamo in nessun modo valutare a priori.

Si è voluta fornire, in definitiva, una panoramica su quanto costi acquistare una casa. Non si tratta di valori assoluti perché soggetti a variazione di regione in regione e di momento in momento ma considerati insieme, specie se relativi al medesimo periodo storico, rappresentano un ottimo indicatore per capire come conviene muoversi quando si deve decidere per l’acquisto di una casa.

Condividi questo contenuto! Arricchisci il tuo profilo social con informazioni professionali.